/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | martedì 09 ottobre 2018, 19:06

Giunta ad Alba la reliquia di Papa Giovanni Paolo II

Pochi minuti fa la consegna al vescovo dell'ampolla col sangue di Wojtyla presa in consegna a Santa Maria Capua Vetere dai volontari di Proteggere Insieme. Rimarrà esposta nella cattedrale sino a sabato

Roberto Cerrato mostra la croce dorata contenente l'ampolla al vescovo albese Marco Brunetti

Roberto Cerrato mostra la croce dorata contenente l'ampolla al vescovo albese Marco Brunetti

Un momento emozionante quello vissuto nel tardo pomeriggio di oggi, martedì 9 ottobre, con l’arrivo nel duomo di Alba dell’ampolla contenente il sangue di San Giovanni Paolo II.

La reliquia, contenuta in una croce dorata, è arrivata scortata dai volontari di Proteggere Insieme, guidati da Roberto Cerrato nella sua doppia veste di presidente dell’associazione di protezione civile albese e di segretario del comitato che sta curando le celebrazioni organizzate in città per i 40 anni dall’elezione a pontefice di Karol Wojtila, avvenuta il 16 ottobre del 1978.

Lo stesso Cerrato ha guidato la delegazione che domenica era partita alla volta di Santa Maria Capua Vetere, nel Casertano, dove ha preso in consegna lo scrinio contenente il sangue del Papa polacco, che, ora affidato alle cure del vescovo albese monsignor Marco Brunetti, rimarrà esposto in cattedrale (collocato nella Cappella del Santissimo, nella navata destra per chi entra) per la venerazione dei fedeli fino a sabato 13 ottobre.

Proprio quella di sabato sarà la giornata centrale delle celebrazioni. Dalla mattinata e sino alle 16 al Teatro Sociale è previsto il convegno "Non abbiate paura! Anzi spalancate le porte a Cristo” (tra gli ospiti l'ex direttore della sala stampa della Santa Sede padre Federico Lombardi), mentre nel pomeriggio si terrà l’intitolazione a Wojtyla – deceduto nel 2005, dopo 27 anni di pontificato, e santificato nel 2014 - della piazzetta antistante la chiesa di San Giuseppe e lo svelamento del medaglione del Pontefice sulla parete della chiesa.

In serata l’ampolla farà di nuovo ritorno in cattedrale per una messa che sarà presieduta dall’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia.

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore