/ Cronaca

Cronaca | 09 ottobre 2018, 16:13

Rissa tra detenuti nel carcere di Saluzzo, la denuncia dell'Osapp: "polizia penitenziaria abbandonata al proprio destino"

Due gli episodi messi in rilievo dal sindacato, entrambi accaduti lo scorso 5 ottobre

Rissa tra detenuti nel carcere di Saluzzo, la denuncia dell'Osapp: "polizia penitenziaria abbandonata al proprio destino"

Lo scorso 5 ottobre, verso le 8, un detenuto sottoposto al regime di “media sicurezza a regime aperto” nel carcere di Saluzzo, extracomunitario del 1977, con fine pena 2019, si è opposto alla perquisizione della cella da parte degli agenti della Polizia Penitenziaria. 

Il detenuto ha minacciato e spintonato il personale, per fortuna senza gravi conseguenze. Sempre nella stessa giornata, nella 5^ sezione media Sicurezza, c'è stata una rissa tra detenuti nel corridoio, tanto da rendersi necessario l'azionamento dell'allarme.

Era presente un solo agente, che ha deciso di far scattare l'allarme dopo aver visto tracce di sangue a terra. A dare la notizia è l’O.S.A.P.P. - (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del Segretario Generale Leo Beneduci:

“Sta aumentando l’insofferenza e l’arroganza nella popolazione detenuta, a fronte di un crescente sentimento di impunità causato da un eccessivo permissivismo e una assoluta mancanza del rispetto delle regole, la cui tensione si abbatte nei suoi effetti più deleteri sulla Polizia Penitenziaria, abbandonata al proprio destino in un contesto lavorativo di estrema difficoltà. È inammissibile che le aggressioni agli agenti di Polizia Penitenziaria non abbiano il giusto risalto da parte dell'amministrazione con l'adozione di misure idonee non solo ad evitare che questi episodi si verifichino ma a sanzionarne i comportamenti. Facciamo appello ai Sottosegretari Ferraresi e Morrone e al Ministro Bonafede affinché intervengano con urgenza con provvedimenti ad hoc”.


redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium