/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | mercoledì 10 ottobre 2018, 14:45

Racconigi: rapinarono un uomo della vincita alla slot machine, condannati due fratelli

Il fatto avvenne nel dicembre 2015 presso un bar, la vittima era stata strattonata e colpita con una sedia

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Aveva appena vinto 20 euro giocando ad una slot machine presso un bar di Racconigi, quando fu avvicinato da due uomini che lo rapinarono. A processo con l'accusa di avere aggredito l’uomo di origine egiziana e di essersi impossessati della piccola somma, due fratelli ventenni di origine albanese, K. E O.B., questa mattina che sono stati condannati a 3 anni e 9 mesi di reclusione.

L'episodio si riferisce al dicembre 2015. Secondo la ricostruzione della Procura, O. aveva avvicinato la vittima chiedendogli di dargli il denaro, e l’aveva afferrato per il giubbotto gridandogli che l'avrebbe ammazzato, mentre il fratello K. lo colpiva con una sedia procurandogli un trauma al fianco destro.

Il sostituto procuratore Pier Attilio Stea aveva chiesto 9 anni di carcere: “Volevano affermarsi come i maschi alfa del territorio. Quest’episodio è stato l’epilogo di tante micro estorsioni. I due chiedevano il pizzo sulle vincite alle slot, per loro si trattava di una condotta abituale”. Il pm ha inoltre fatto notare che tutti i testimoni durante le loro deposizioni hanno cercato di “ridimensionare” quello che accadeva nel bar.

Per le difese gli imputati dovevano essere mandati assolti “per le gravi carenze probatorie”: “La vittima ha dichiarato che i due erano ubriachi e gli avevano chiesto i soldi, ma lui non glieli aveva dati e che le lesioni non dipendevano dal lancio della sedia. Si sono comportati come dei bulletti, non certo come mafiosi”.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore