Click sulla Psicologia - 10 ottobre 2018, 07:26

Giornata Nazionale della Psicologia

La Psicologia promuove l'ascolto, per conoscere se stessi ed ascoltare gli altri

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Nel mondo di oggi è sempre più difficile avere il tempo di ascoltare.

Bombardati da input, immagini e suoni, ci allontanano da ciò che è importante e rischiamo di essere assenti, anche quando siamo fisicamente presenti. Oggi, 10 ottobre, è la giornata Nazionale della Psicologia, evento patrocinato dal Ministero della salute e che interessa gli psicologi e i cittadini, con iniziative territoriali e gli studi aperti. Tale iniziativa si pone l'obiettivo di far conoscere alla comunità le potenzialità della psicologia, superando i luoghi comuni ed illustrando le applicazioni pratiche a coloro che saranno interessati al tema.

“Ascoltarsi e Ascoltare, la persona al centro della propria vita” è il focus della giornata e delle settimane seguenti. Parole, comprensione, vuoto, pieno, silenzio e rumore sono legati alla comunicazione e all' ascolto, che è caratteristica umana, ma specifica nella professione psicologica.

La dimensione dell'ascolto è una condizione essenziale per lo sviluppo di una buona relazionalità. Purtroppo gli attuali ritmi di vita stanno rendendo discostanti sia l'ascoltare gli altri che se stessi ed anche l'essere dagli altri ascoltati. Eppure, ognuno di noi porta dentro di sé il bisogno di vivere queste esperienze.

Se viene meno anche solo una di esse, corriamo il rischio di non riconoscerci, diventando estranei a noi stessi e all'altro.

Naturalmente l'ascolto, perché sia fonte di benessere, deve essere un buon ascolto.

Solo così sono possibili l'incontro, il dialogo e la comprensione interpersonale e sociale. Ascoltare è un'arte difficile ed è sicuramente più difficile del parlare, specialmente ora.

La nostra infatti è una società in cui tutti parlano e pochi ascoltano. Il buon ascolto è per sua natura circolare, per cui chi ascolta è anche ascoltato e chi è ascoltato, ascolta. Ciò favorisce la capacità di ascoltare se stessi senza cadere nell’ individualismo ed ascoltare l'altro senza cadere nel conformismo.

Non c'è nessun "Io parlo" se non è preceduto da un "Io ascolto". Se dunque avremo imparato ad ascoltare, sapremo anche parlare. Nello specifico, nel colloquio psicologico, l' ascolto costituisce l' elemento fondamentale in quanto permette di comunicare la propria disponibilità all' accoglienza, non “risolvendo magicamente “ un problema, ma aiutando il paziente a diventare consapevole, trovando dentro di sé le risorse e gli strumenti per affrontarlo, sentendosi davvero ascoltato (per un approfondimento sul tema rimando al mio articolo di settembre).

La giornata di oggi, con iniziative e con la possibilità di fissare un primo colloquio con molti psicologi che hanno aderito all' iniziativa (di seguito il link dell' ordine degli Psicologi sull' evento www.giornatapsicologiastudiaperti.it ) è utile per far sì che il cittadino, anche chi è un po’ scettico sulla professione, possa conoscere le possibili offerte di ascolto e, forse, provare anche ad ascoltarsi di più.

Come molti colleghi, anche io aderisco all' iniziativa e per chi fosse interessato è possibile prenotare fino a venerdì12 ottobre un colloquio informativo, fissando un appuntamento al numero 3498716945 o utilizzando i canali social.

Per ulteriori informazioni, approfondimenti e curiosità, potete seguire la mia pagina Facebook mettendo "mi piace" alla pagina D.ssa Ernestina Fiore Psicologa Psicoterapeuta o visitando il sito www.ernestinafiorepsicologocuneo.it, dove potete trovare anche tutti i precedenti articoli della rubrica e vedere di che cosa mi occupo

Ernestina Fiore

Ti potrebbero interessare anche:
SU