/ Cronaca

Cronaca | 15 ottobre 2018, 14:52

Cuneo, ex volontario a processo per aver utilizzato la carta per il carburante della Croce Rossa

I fatti si riferiscono al 2016, la Guardia di Finanza lo aveva sorpreso mentre faceva il pieno alla sua auto

Immagine generica

Immagine generica

Un altro procedimento a carico di L.P., ex geometra, condannato meno di un mese fa dal tribunale di Cuneo a tre anni per circonvenzione d’incapace.

Questa volta si trova davanti al giudice con l’accusa di aver rubato una carta di debito per il rifornimento del carburante utilizzata dai volontari della Croce Rossa Italiana.

In udienza ha testimoniato il presidente del comitato di Cuneo, costituito parte civile con l’assistenza dell’avvocato Gabriella Lupi: “Il 30 agosto 2016 una volontaria mi avvisò che non si trovava più la carta per carburante.

Controllammo. Si trattava di un rifornimento di 70 euro, quando di solito era di 40 euro, riferito ad un chilometraggio di fantasia. La carta fu nuovamente utilizzata per altre tre volte nel mese di settembre, quindi presentai denuncia per furto”.

Il 31 settembre L.P. era stato sorpreso dalla Guardia di Finanza mentre faceva il pieno alla sua vettura. “P. era volontario del soccorso dal 2015, si prestava a fare le notti presso il nostro centro di accoglienza e aveva sempre dato molta disponibilità”, ha spiegato il presidente CRI.

“L’avevo chiamato a rapporto per spiegargli che dovevamo sospenderlo dal servizio perché era indagato, ma lui non si è mai presentato nonostante gli avessimo mandato delle raccomandate. Lo abbiamo sospeso a tempo indeterminato, ma ad oggi non abbiamo ancora recuperato la divisa e il tesserino”.

Dopo questi episodi le carte per il rifornimento dei 25 mezzi vengono date “solo a dipendenti di fiducia”.

L’udienza è stata rinviata a marzo per il proseguimento dell’istruttoria.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium