/ Curiosità

Che tempo fa

Cerca nel web

Curiosità | martedì 16 ottobre 2018, 14:00

Bra, una nuova mangiatoia per aiutare gli uccelli nei giorni di freddo “becco”

Grazie all’impegno dell’associazione “Gli amici del Giardino della Rocca”. Ora si aspettano altri aiuti “per una mensa che attira sempre più clienti”

La nuova mangiatoia

La nuova mangiatoia

Una mensa a cielo aperto per gli uccellini?

Ai Giardini della Rocca di Bra la missione è possibile. Per molti uccelli che popolano la città, l’arrivo del freddo “becco” può sembrare un gioco di parole, ma non è affatto così.

Seppur i volatili sono dotati di piume che fungono da isolante, le basse temperature costituiscono per loro un grave pericolo, specialmente per i piccoli.

Per contrastare il gelo, la natura utilizza la più semplice delle contromosse, la nutrizione, che aumenta il riscaldamento corporeo.

Da qui l’importanza di aiutare ad approvvigionare e nutrire queste indifese creature.

Come sottolineato dalla dottoressa Gabriella Vaschetti, veterinaria presso il Centro Cicogne e Anatidi di Racconigi, centro federato LIPU, è possibile aiutare passerotti, cardellini ed altri uccellini, seguendo alcuni preziosi consigli: “In inverno, installare sul balcone una mangiatoia fornita di semi (semi di girasole, niger, panìco, miglio, palline formate da grasso, lardo e semi, fatte solidificare e contenute in una rete appesa) per aiutarli a superare il freddo, evitando di dare pane, formaggio ed altro tipo di cibo che non si trova in natura per non alterare i cicli digestivi e non provocare, quindi, disturbi (la mangiatoia va lasciata vuota da marzo ad inizio ottobre).

Infine, mettere un abbeveratoio con acqua sempre pulita e poco profonda”.

Detto, fatto.

È visibile da qualche giorno una mangiatoia nuova per gli uccelli nei Giardini della Rocca di Bra.

Il dono è stato confezionato in piena generosità, grazie anche alla sensibilità diffusa sull’argomento dall’organizzazione no-profit Gli amici del Giardino della Rocca che lavora con impegno e volontà cercando di prendersi cura della pulizia e dell’ordine di uno dei più frequentati “polmoni verdi” urbani.

Non solo, nella pagina Facebook dedicata, si legge: “Nei mesi invernali ci prendiamo cura degli uccellini selvatici che vivono nel parco dei Giardini della Rocca a Bra.

Mettiamo delle casette con il cibo per gli uccellini, in particolare, le palline di grasso che si trovano nei negozi specializzati per animali.

Sono palline di grasso impastate con diversi tipi di semi, della grandezza di una pallina da tennis, che funge sia da collante, sia da nutrimento. Il fabbisogno settimanale è di circa 50-70 palline”.

L’invito è quello di contribuire con un piccolo aiuto per questa singolare mensa degli uccellini che attira sempre più clienti.

Risultato?

Passerotti e compagni “torneranno così veloci a scortare il carro d’oro della dea Afrodite, battendo fitte le ali per l’aere azzurro”, come scrisse in una celebre ode la poetessa Saffo.

Silvia Gullino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore