/ Attualità

Attualità | 17 ottobre 2018, 17:45

Nell’ultimo Consiglio comunale di Verzuolo un’attenta analisi sulle problematiche (e necessità) del territorio

Nell’ultima seduta si è parlato di Burgo, “Casa della Salute”, ex “CDM”. consegna della posta e Tribunale di Saluzzo. Chiesti due incontri, con il dg dell’Asl Cn1 Brugaletta e con il prefetto Russo. Rimarcata la centralità della “Consulta dei sindaci”: “Occorre fare squadra”

Il Municipio di Verzuolo

Il Municipio di Verzuolo

Burgo, “Casa della Salute”, ex “CDM” e consegna della posta.

Sono le tematiche sulle quali il Consiglio comunale di Verzuolo, nella sua ultima seduta, si è impegnato per “dare risposte alla comunità cittadina e, conseguentemente, alle prossime generazioni”.

L’assemblea, guidata dal sindaco Gian Carlo Panero, si è aperta con l’“analisi della situazione complessiva del territorio in seguito alla crisi Burgo”.

Unanimemente si è convenuto sulla necessità di riorganizzazione, con massicci interventi, su viabilità trasporto ferroviario. Nella fattispecie, sul “caso” Burgo, l’Amministrazione comunale ha definito “determinante” il ruolo della Regione Piemonte “rispetto alla funzione delle ferrovie per l’investimento Burgo e per le altre imprese”.

Rimanendo in ambito Burgo, “urge un incontro – è stato detto in Consiglio – tra i Parlamentari cuneesi e il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, a cui partecipino gli Enti locali, le Ferrovie e l’Azienda, onde poter ragionare sugli investimenti”.

Si è poi passati alla situazione della “Casa della Salute”, che sorge nei paraggi della scuola primaria: “chiediamo – spiega il sindaco Panero – un incontro con il direttore generale dell’Asl Cn1 Salvatore Brugaletta, sia per ciò che concerne la riorganizzazione ospedaliera, che per il potenziamento della ‘Casa della Salute’ nel territorio comunale, tenendo conto anche delle fasce più anziane della popolazione”.

Analogamente, ma per tematiche del tutto differenti, è stato chiesto un incontro con Giovanni Russo, prefetto di Cuneo, “sulla critica situazione della consegna della posta a giorni alterni in una realtà di oltre 6450 abitanti, di cui molti anziani e con piccole imprese”, specificando come al tavolo dovranno essere presenti anche l’Anci Piemonte ed i parlamentari cuneesi.

Al tempo stesso, l’assemblea ha deliberato di “sostenere” l’azienda “Autotrasporti Tonoli Andrea snc”, che si occupa di logistica, nel recupero dell’area dell’ex stabilimento CDM, che costeggia la strada provinciale che da Verzuolo conduce a Costigliole Saluzzo.

Spazio poi anche a “riorganizzazione ospedaliera, Istituto comprensivo scolastico e geografia giudiziaria”.

I consiglieri hanno ritengono infatti “importante riconquistare il Tribunale di Saluzzo. Sia le infrastrutture fisiche che quelle immateriali, come banda larga e servizi di formazione, hanno un ruolo strategico sotto il punto di vista economico, sociale, ambientale, occupazionale e della sicurezza, migliorando la qualità della vita dei cittadini.

Fondamentale sarà chiedere alla Provincia, anche battendosi per la riconquista del ruolo e delle risorse dell’Ente, gli interventi di programmazione ed azione territoriale, ma altrettanto si dovrà agire nella dimensione territoriale, in cui la ‘Consulta dei Sindaci’ esprima su tutti questi temi posizioni definite che possano poi essere sottoposte alle Autorità di livello superiore.

Occorre che i Comuni facciano rete e squadra, pertanto il ruolo della consulta risulta fondamentale”.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium