/ Cronaca

Cronaca | 17 ottobre 2018, 08:40

“Sanfront, ancora una volta, è ferita mortalmente per la morte di un ragazzo che sarebbe dovuto essere parte del futuro del nostro paese”

Il sindaco Emidio Meirone ricorda Fabio Perlo, il 17enne deceduto dopo lo schianto, nella notte tra lunedì e martedì, a Paesana. La famiglia del ragazzo ha dato l’assenso alla donazione degli organi

Fabio Perlo

Fabio Perlo

Verranno donati gli organi di Fabio Perlo, il ragazzo di 17 anni deceduto in seguito ai gravi traumi riportati nell’incidente verificatosi a Paesana, nella notte a cavallo tra lunedì e martedì scorsi.

Fabio era a bordo di un Suzuki Jimny condotto dal cugino, M.B., insieme ad un altro amico, L.P., di 34 anni. I tre stavano tornando a Sanfront, intorno alla mezzanotte, quando dal senso di marcia opposto è giunta una Volkswagen Golf, con – alla guida – A.A., uomo di nazionalità marocchina ma da anni residente a Paesana.

Stando alle prime ricostruzioni di quando accaduto, la “Golf” pare aver invaso la corsia di marcia opposta, lungo la quale stavano viaggiando i tre ragazzi. M.B., alla guida del fuoristrada, cercherà di schivare l’auto, ma lo schianto è inevitabile.

Le due vetture, dopo l’urto frontale, sono state sbalzate a qualche decina di metri di distanza, finendo entrambe fuoristrada.

Quattro in totale i feriti: le condizioni del 17enne Fabio Perlo e del 34enne L.P. – i due passeggeri a bordo del Suzuki – appaiono subito molto gravi. Specialmente quelle di Fabio: gravissimi i traumi riportati su tutto il corpo, specialmente alla testa.

Il 34enne verrà trasportato dall’equipe dell’emergenza sanitaria al Santa Croce di Cuneo, in codice rosso, per poi esser sottoposto ad un intervento chirurgico durante la notte.

Fabio, invece, dopo un primo trasferimento a Saluzzo, è stato trasportato con l’elisoccorso, in regime di volo notturno, al Cto di Torino.

Le sue condizioni, disperate, non sono mai migliorate.

Nonostante le cure mediche, poco prime delle 13 di ieri (martedì) i medici hanno disposto l’inizio del periodo di osservazione di sei ore, propedeutico all’espianto degli organi. La famiglia Perlo ha infatti dato il consenso alla donazione degli organi di Fabio, che lascia il papà Luigi e la mamma Marcella.

Nel tardo pomeriggio, terminata l’osservazione, è stato dichiarato il decesso del giovane.

Non ci sono parole. – ci ha detto Emidio Meirone, sindaco del paese – Sanfront, ancora una volta, e troppo spesso, viene ferita mortalmente per la perdita di una giovane vita. Un bravo ragazzo, una bella famiglia.

L’assurdo sta proprio nel parlare della morte di un ragazzo che era e sarebbe dovuto essere parte del futuro del nostro paese. Un pensiero per lui e per i suoi cari.

Mi piace però ricordare Fabio come un ragazzo molto ‘posato’, nonostante la sua giovanissima età.

Un grande amante della montagna - lo ricorda ancora Meirone – pescatore e cercatore di funghi”.

Dai social network, invece, giungono i tantissimi ricordi degli amici di Fabio, conosciuto non solo a Sanfront ma anche nei paesi limitrofi della Valle Po.

Proprio la passione per la micologia aveva portato Fabio a frequentare, nella serata di lunedì, poche ora prima del gravissimo incidente, una serata informativa sui funghi.

Che tu possa continuare a ricercare ed appassionarti ai funghi, alla micologia ed alle meraviglie della Natura. – lo ricorda uno dei micologi presenti alla serata - Ieri sera (lunedì: ndr) mi raccontavi a Sanfront delle tue faggete, dei ritrovamenti della stagione e della piacevole nebbiolina che rendeva l'aria frizzante dopo una serata di relazioni sui funghi.

Venerdì avremo dovuto fare una passeggiata in quella foresta, lassù ove ora la pioggia ricade ed in silenzio, insieme alle foglie che cadono, porta via con sé il tuo ricordo e la tua anima. Un abbraccio sentito di cuore a tutti i familiari, gli amici ed i corsisti, affinché nelle loro escursioni possano sempre portar nel cuore il sorriso e l'entusiasmo di Fabio”.

Non ancora fissata, al momento, la data dei funerali.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium