/ Attualità

Attualità | 18 ottobre 2018, 18:35

Saluzzo, Cinema Teatro Magda Olivero: nuovo sipario sul nuovo palcoscenico: il concerto de I Pertubazione ha inaugurato il cartellone di eventi firmato dal nuovo gestore

Presentati lavoro del teatro civico che hanno interessato il palco e retropalco. Presentata la filosofia del nuovo concessionario il Ratatoj e la rete di partners. Annunciato il prossimo programma di lavori. Il rifacimento del tetto e la facciata. L’invito agli artigiani a ripensare l’arredo del foyer

Saluzzo, taglio del nastro del nuovo palco del Cinema Teatro Magda Olivero

Saluzzo, taglio del nastro del nuovo palco del Cinema Teatro Magda Olivero

Il nuovo sipario rosso si è aperto sulle note di un’aria cantata da Magda  Olivero, il grande soprano di origini saluzzesi alla quale il Cinema Teatro di via Palazzo di città è dedicato.

Ha dato la scena ai Perturbazione, band torinese tra le più significative nel panorama rock italiano “che si è presa con merito la scena” inaugurando a suon di musica, di notissimi brani tratti dai suoi album, il nuovo palcoscenico saluzzese.

Il concerto live ha aperto anche  il cartellone di eventi del nuovo progetto di rilancio culturale del "civico" firmato dal circolo Ratatoj, nuovo gestore per 4 anni, capofila  di una rete di partner che comprende: Compagnia teatrale Primo Atto, Teatro Prosa, Fondazione Apm, Comitato Arci Cuneo Monviso.

A nove mani il taglio del nastro: da parte del sindaco Mauro Calderoni, dell’assessore alla cultura Roberto Pignatta e Fabio Berardo, presidente Ratatoj, taglio inaugurale applaudito dal pienone in platea e da tutte le realtà coinvolte nell’operazione di restauro del teatro.

Roberto Pignatta: “Un momento importante per la comunità, fatto insieme a tanti attori e atteso dal 2012 quanto venne inaugurata la terza vita dell’allora teatro Politeama (intitolato poi nel 2016 al soprano di origini saluzzesi). Si completa la partita di lavori, non compresa nel progetto precedente, che restituisce alla città un bel teatro, una struttura completa, tecnologicamente all’avanguardia per ospitare una vasta gamma di spettacoli".

Quali gli interventi?. I lavori (150 mila euro) hanno interessato l’area palco e retropalcco  per il  quale ha fatto da modello il teatro di Borgo San Dalmazzo. Intorno e sopra il palco è stata allestita una struttura metallica, un ring di americane utilizzabile per l’aggancio sia dell’impianto audio e luci che per le scenografie teatrali. Sono una quarantina i fari in dotazione a cui si aggiungono i quattro della platea puntati sul palcoscenico.

Il boccascena, prima senza chiusure è stato corredato di sipario rosso. I lavori hanno compreso la demolizione delle precedenti strutture in cartongesso e la correzione della pendenza del palco che risultava eccessiva: dal 7% è stata portata al 2%.

Il palco, cui è stato rifatto completamente il pavimento in legno, è stato rialzato di 35 centimetri circa. Il teatro avrà una assistenza tecnica ogni volta che viene usato.

Corretto anche il difetto tecnico del riscaldamento in sala, una delle problematiche più segnalate durante gli anni di programmazione: le 5 stagioni comunali e i vari utilizzi da parte di scuole ed associazioni.

Annunciata dal primo cittadino Mauro Calderoni una nuova programmazione di lavori: il rifacimento del tetto dell’immobile e il restauro della facciata che sarà anche un laboratorio di Start 2019, per quanto riguarda le sperimentazioni nel campo delle tinteggiature.

Sempre nell’ambito della rassegna,  è stato lanciato alle ditte del mobile e arredamento, da parte del sindaco, l’invito a ripensare e proporre un nuovo arredo per il foyer e la sala conferenze del teatro.

Il "Cinema Teatro Magda Olivero" una denominazione da imparare a memoria “vuole vivere attraverso le persone che lo abitano. Il teatro al centro è il nostro obiettivo. Renderlo produttivamente vivo,culturalmente rilevante ed economicamente sostenibile”.  Questa la sintesi della filosofia che caratterizzerà la linea artistica e il cartellone degli appuntamenti nei tre filoni di cinema, teatro, musica, durante i 4 anni di tempo della partita, come ha detto il presidente Ratatoj  Fabio Berardo, presentando in primis il nuovo logo, il volto di Magda Olivero, ( studio a cura di Valeria Cardetti) immagine e simbolo di rilancio culturale.

L’associazione Ratatoj ha iniziato un percorso di incubazione e formazione sull'audience developement con la Compagnia di SanPaolo attraverso il bando Open. “per far diventare il cinema teatro un punto di riferimento della città, uscire dalla logica dell'evento, ma pensare ad appuntamenti che creino comunità. Nel calendario, che verrà promosso mese dopo mese, saranno previsti anche appuntamenti conviviali”.

Vogliamo provare a trasmettere l'idea che il Cinema Teatro Madga Olivero sia uno spazio che vive e respira grazie a chi lo attraversa anche per mezz'ora anche senza doversi sedere in poltrona. C'è un foyer grande a sufficienza per raccogliere iniziative. E quando il meteo lo permette anche lo spazio antistante il teatro, una strada, via Palazzo di Città che è già di per sé una scenografia a cielo aperto”.

In programma a breve:

 

Venerdì 19 ottobre, ore 21: la Compagnia Primoatto con “Dieci rintocchi di Campanile”

Domenica 21 ottobre, ore 21,30: Movin Tff “The death of Stalin”- Film ad ingresso gratuito

Venerdì 26 ottobre ore 21: Uvernada : “Grande Orchestra Occitana”. + Dj set

Lunedì 29 ottobre, ore 18: Movietellers “Oltre la nebbia”/”Vai piano ma vinci” /Birthday”

Info su progetto e appuntamenti:  www.cinemateatromagdaolivero.it

Vilma Brignone

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium