/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 19 ottobre 2018, 14:31

AAA: A Fossano si cercano insegnanti per il doposcuola

Un progetto decennale che si arricchisce di una nuova progettualità

AAA: A Fossano si cercano insegnanti per il doposcuola

È iniziato 10 anni fa su spinta di Vera De Benedetti il doposcuola dedicato ai giovani delle scuole medie che necessitano di un supporto didattico nelle loro attività.

Inizialmente era rivolto agli studenti stranieri perché potessero avvalersi di un supporto aggiuntivo utile al loro inserimento nelle classi dei coetanei recuperando le competenze linguistiche necessarie. Nel tempo, anche dopo la prematura scomparsa di Vera De Benedetti, il doposcuola è andato avanti, trasformandosi. A frequentarlo gratuitamente sono ora ragazzi segnalati dalla scuola che in qualche modo hanno bisogno di un appoggio nello svolgimento dei compiti.

Quest’anno il doposcuola si arricchisce della figura dell’educatore con un percorso nuovo. Reso possibile da un bando della Caritas nazionale, il doposcuola, da sempre sostenuto dalla Caritas diocesana e da Nino Mana, sta ora cercando insegnanti in pensione che possano dedicare ai giovani studenti quattro ore la settimana.

In questi giorni è partito un tamtam per individuare sia un gruppo di giovani per attività laboratoriali e per l’assistenza in aula, sia docenti in pensione o con del tempo libero a disposizione che possano contribuire con le loro preziose competenze a colmare eventuali lacune degli studenti.

La risposta dei giovani volontari è stata massiccia e ora, per essere pronti a partire il 5 novembre, si cercano ancora alcuni insegnanti.

Per offrire la propria disponibilità al progetto, promosso da Caritas diocesana, Comune di Fossano, Consorzio Monviso Solidale e dai due Istituti comprensivi cittadini, è possibile contattare Cristina al numero 347/3190679. Il doposcuola si svolgerà i lunedì e i giovedì dalle 14.30 alle 16.30 nei locali della scuola media di via Dante e i ragazzi saranno iscritti su indicazione delle due scuole medie. Con la nascita dei due istituti comprensivi, il criterio adottato è di tenere i potenziamenti pomeridiani nelle due scuole medie ad anni alterni.

Il contributo dell’educativa di strada StreetLife non cessa con il coordinamento del doposcuola, ma lo arricchisce con laboratori che si svolgeranno in base a un calendario ancora in fase di definizione, una volta la settimana a conclusione del doposcuola. Contrariamente al doposcuola stesso, le attività laboratoriali saranno aperte a tutti gli studenti delle due scuole medie cittadine perché diventino loro stessi gli artefici di eventi e progetti.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore