/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 19 ottobre 2018, 21:20

Mondovì, ecco il nuovo Moro del Carlevè: è Guido Bessone (FOTO e VIDEO)

L'ex vicepresidente della Fondazione CRC, figlio d'arte (suo papà Fino vestì i panni della maschera carnascialesca monregalese per 8 anni), è il successore di Carlo Giorgio Comino

Mondovì, ecco il nuovo Moro del Carlevè: è Guido Bessone (FOTO e VIDEO)

Il nuovo Moro di Mondovì ha, finalmente, un nome e un cognome: dopo l'addio di Carlo Giorgio Comino, ufficializzato nei mesi scorsi con un comunicato stampa divulgato dalla "Famija Monregaleisa", quest'ultima ha designato e annunciato nel tardo pomeriggio di oggi il suo erede.

Si tratta, in particolare, di Guido Bessone, 56 anni compiuti da pochi giorni (3 ottobre) e direttore commerciale dell'azienda "Bruno parquet, legnami e pavimenti in legno". L'impegno civico e politico l'hanno visto protagonista in diversi ambiti: già capogruppo in Consiglio comunale (2002-2006), prima consigliere generale (2006-2011) e poi vicepresidente (2011-2016) della Fondazione CRC. La grande passione sportiva lo ha portato inoltre ad entrare, nel 2015, nel consiglio direttivo della Monregale Calcio.

Il nuovo Moro è stato accolto dalla cittadinanza in municipio, presso la sala del Consiglio comunale, gremita per l'occasione in ogni ordine di posto. A fare gli onori di casa durante la conferenza stampa, sapientemente moderata da Paolo Cornero, è stato il sindaco di Mondovì, Paolo Adriano, che ha ringraziato Comino "per i suoi 10 anni da Moro" (è stato in carica dal 2009 al 2018) e ha augurato "buona fortuna" a Bessone, in quanto "questo ruolo prevede impegni continui".

Un "in bocca al lupo" al quale si è accodato Enrico Natta, presidente della "Famija Monregaleisa", che organizza dal 2009 il carnevale per conto del Comune monregalese e che proprio in questi giorni ha rinnovato il suo direttivo, che ora risulta composto dal vicepresidente Ernesto Ghigliano e dai consiglieri Guido Bessone, Pasquale Boeti, Antonio Costamagna, Milena Dellaferrero, Davide Mazzucco Luca Santoro.

In attesa delle due sfilate, in programma domenica 24 febbraio e domenica 3 marzo 2019, Natta ha poi voluto omaggiare con un piatto in ceramica targato "Besio" il Moro uscente, Carlo Giorgio Comino, il quale ha asserito: "Questa mia uscita di scena non è un fulmine a ciel sereno, come sapete, ma è comunque stata una decisione sofferta e meditata. Ringrazio tutti, incluse le mie dieci Bèle, che idealmente e simbolicamente rappresentano l'inizio e la fine di un ciclo. Conservo un ricordo speciale del mio predecessore, Domenico Tomatis: non avrà stabilito alcun record di longevità, ma per me è stato un vero Moro".

È intervenuto brevemente anche Ezio Raviola, vicepresidente della Fondazione CRC, sponsor della kermesse, che ha dichiarato: "Sin dal 2016, data del nostro insediamento, abbiamo inserito il Carlevè d'Mondvì fra le dieci manifestazioni più importanti della Granda. Abbiamo garantito un impegno economico triennale, che scadrà quest'anno, ma sono certo che anche dopo di noi questo appuntamento continuerà a vivere e si protrarrà almeno per altri 30 anni"

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore