/ Cronaca

Cronaca | 19 ottobre 2018, 15:42

Fossano, apprendista restò ustionato ad una mano: il datore di lavoro a processo per lesioni colpose

L’infortunio avvenne nel settembre 2013 quando l’elettricista aveva diciassette anni

Tribunale di Cuneo, foto Fabrizio Dao

Tribunale di Cuneo, foto Fabrizio Dao

Aveva appena diciassette anni quando, il 19 settembre 2013, si ustionò gravemente alla mano destra presso l’azienda nella quale lavorava come apprendista. E.M., legale rappresentante di una srl di Fossano che opera nel settore dell’impiantistica elettrica, è a processo con l’accusa di lesioni colpose per il mancato rispetto dell’applicazione delle norme per la prevenzione degli infortuni: non avrebbe correttamente valutato il rischio in cui avrebbe potuto incorrere un lavoratore minorenne in apprendistato in quel tipo di lavorazioni. La posizione del capo reparto D.O., coimputato, è stata stralciata in quanto il suo legale ha chiesto la messa alla prova della durata di un anno.

Oggi in aula il ragazzo, che non si è costituito parte civile perché è stato risarcito e continua a lavorare nello stesso stabilimento, ha ricostruito i fatti. Stavo sostituendo alcuni interruttori in quadro elettrico insieme a D.O. lui mi disse che potevo tranquillamente continuare perché aveva tolto la corrente. Io ho messo la mano e ho preso la scossa”. A seguito delle ustioni riportate l’elettricista ha dovuto subire numerosi interventi chirurgici ricostruttivi, con una prognosi di 300 giorni. L’apprendista non indossava guanti protettivi, regolarmente forniti dalla ditta, perché “non servivano per quella operazione”.

Un collega dell’infortunato ha riferito che secondo la prassi quel tipo di operazione sul quadro elettrico fosse eseguita dal solo D.O., che è anche il responsabile dei montaggi elettrici di bassa tensione. Dopo l’incidente: “Raccontò che il ragazzo aveva iniziato a smontare prima che lui staccasse la tensione”.

L’udienza è stata rinviata il 22 febbraio per la deposizione del consulente della difesa e la discussione.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium