/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | sabato 20 ottobre 2018, 14:46

A Cuneo "Incontri d'autore" in sala San Giovanni

La rassegna di concerti da camera giunta alla XIV edizione, al via domenica 28 ottobre

A Cuneo "Incontri d'autore" in sala San Giovanni

L'apertura è affidata al giovanissimo violinista Indro Borreani che eseguirà Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi, accompagnato dagli Archi del Petit Ensemble Instrumental. La rassegna è promossa dal Comune di Cuneo e dal Soroptimist International Club di Cuneo, con il contributo della Fondazione CRT e della Fondazione CRC. Ingresso: € 5,00 biglietteria aperta un’ora prima del concerto in via Roma, 4

Indro Borreani Nato a Savigliano nel 2000, intraprende a quattro anni lo studio del pianoforte e a cinque quello del violino. Risulta vincitore in numerosi concorsi internazionali e nazionali per violino e pianoforte. Partecipa a masterclass con nomi importanti della scena musicale europea quali: Felice Cusano, Sergio Lamberto e Ilya Grubert con il violino; Riccardo Zadra, Lylia Zilbertstein, Leslie Howard, Federico Baglini e Ramin Bahrami con il pianoforte.
Si esibisce in qualità di solista con l’Orchestra dei Giovani Talenti Italiani diretta dal M° Uto Ughi. Suona all’Auditorium Vivaldi di Torino nell’ambito della rassegna I giovedì Vivaldiani.

Nel 2017, si diploma al Conservatorio G. F. Ghedini di Cuneo con 10 e lode e partecipa al progetto Uto Ughi e i Giovani Talenti con masterclass e concerti nella Basilica Maggiore di S. Francesco di Assisi, nell’ambito della manifestazione Il Cortile dei Gentili promossa dal Card. Ravasi; partecipa alla trasmissione Rai Nostra Madre Terra e inaugura la stagione artistica del Conservatorio G. F Ghedini, in qualità di solista, con un concerto per violino e orchestra.

Vincitore della kermesse violinistica che vede impegnati i quattro migliori diplomati del Piemonte in violino organizzata dall’Orchestra Giovanile del Piemonte, si è recentemente esibito di fronte alla Presidente della Repubblica Maltese ed ha ottenuto una borsa di studio per perfezionarsi con il M° D.Bogdanovič.
Suona un violino Domenico Fantin gentilmente prestatogli da Uto Ughi.

Le quattro stagioni è il titolo con cui sono noti i primi quattro concerti solistici per violino dell’opera Il cimento dell'armonia e dell'inventione di Antonio Vivaldi.

Ciascun concerto de Le quattro stagioni si divide in tre movimenti , dei quali due, il primo e il terzo, sono in tempo di Allegro o Presto, mentre quello intermedio è caratterizzato da un tempo di Adagio o Largo, secondo uno schema che Vivaldi ha adottato per la maggior parte dei suoi concerti. Ogni concerto si riferisce a una delle quattro stagioni: la Primavera, l’Estate, l’Autunno e l’Inverno.

Si tratta di uno dei primissimi esempi di musica a programma, cioè di composizioni a carattere prettamente descrittivo. Ad esempio, l’Inverno è dipinto spesso a tinte scure e tetre, al contrario l’Estate evoca l’oppressione del caldo, oppure una tempesta nel suo ultimo movimento. I concerti de Le quattro stagioni sono accompagnati da altrettanti sonetti descrittivi, scritti da un poeta anonimo (forse da Vivaldi stesso).

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore