/ Cronaca

Cronaca | 22 ottobre 2018, 16:35

Fossano, teneva in tasca patenti, carte bancomat e tesserini sanitari risultati rubati o smarriti: a processo per ricettazione

In tribunale hanno testimoniato quindici persone

Fossano, teneva in tasca patenti, carte bancomat e tesserini sanitari risultati rubati o smarriti: a processo per ricettazione

La notte del 13 gennaio 2018 i carabinieri stavano passando in via Roma quando notarono un uomo che si nascondeva dietro un pilastro dei portici. Insospettiti, lo avevano fermato. G.B.Q. sessantenne fossanese, tirò fuori dalle tasche una serie di patenti, tessere sanitarie, carte bancomat e di credito. Tutti non suoi.

Questa mattina in tribunale nel processo che vede imputato il Q., con le accuse di falso e ricettazione, hanno testimoniato le persone che in anni diversi, a partire da oltre 10 anni fa, avevano denunciato come rubati o smarriti i propri documenti.

Su due patenti l’uomo avrebbe apposto la propria foto. Nel 2013 mi era stato rubato il portafoglio mentre mi trovavo al mercato”, ha ricordato una donna alla quale è stata mostrata una patente. “La riconosco è la mia, ma con la foto di uno che non so chi sia”. Stessa storia l’ha raccontata un’altra teste: “Nel 2008 mi fu sfilato il portafoglio dal carrello mentre facevo la spesa”.

In tutto sono state ascoltate una quindicina di persone alle quali erano spariti i documenti, mai più ritrovati.

Il processo è stato rinviato per la sentenza.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium