/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 23 ottobre 2018, 15:02

Bra, in tanti al pranzo sardo dell’associazione Ichnusa

Una giornata all’insegna di cibo buono, sana convivialità e antiche tradizioni

Bra, in tanti al pranzo sardo dell’associazione Ichnusa

Il pranzo sardo? Forse l’ottava meraviglia del mondo. E se pensate che sia un semplice ritrovo di amici o parenti vi sbagliate.

L’appuntamento, andato in scena al centro incontro San Michele di Bra, domenica 21 ottobre, ha rispettato tradizioni e usanze ormai ben radicate sotto la Zizzola e che sono state onorate fino in fondo dal numeroso gruppo dei partecipanti.

Come si percepisce dalle foto postate su Facebook e dai tanti like ottenuti, la manifestazione presentata dall’Associazione Culturale Sarda Ichnusa di Bra è stata un’occasione caratterizzata da abbondanza e varietà, di quegli eventi che si ricordano negli anni per il clima di allegria e spensieratezza che si respira.

Come tutte le cose fatte bene, anche l’organizzazione del pranzo ha richiesto tempo e passione, ingredienti che non sono mancati agli esperti della griglia, autentici conoscitori dell’arte di accendere il fuoco e spiedare la carne.

Tra ciocche di fiamme e braci roventi, il famoso maialetto ha fatto mostra di sé prima di finire la sua corsa nei piatti dei buongustai di giornata. Così, tra chiacchiere, battute e il ricco bottino schierato in tavola, l’agape è scivolata via veloce e inesorabile.

Ma quello del tempo che scorre non può essere un problema: sana convivialità e atteggiamento positivo nei confronti della vita in Sardegna sono il segreto della longevità. Come tutto il resto della festa.

Ad accompagnare la letizia non poteva mancare il buon vino, oltre alle variegate tipicità locali. Obbligo assaggiare tutto. E l’unico modo per superare la prova a pieni voti è stato rispondere “presente”.

Silvia Gullino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium