/ Attualità

Attualità | 23 ottobre 2018, 09:52

"Con il parcheggio interrato non aumenterà lo smog": in consiglio a Cuneo le ricadute ambientali della "nuova" piazza Europa

Spunto di discussione l'interpellanza dei consiglieri pentastellati del capoluogo; Davide Dalmasso: "La situazione smog, da noi, è migliore di quanto si voglia dipingerla"

Foto generica

Foto generica

Se il momentaneo stop ai fondi del Piano Periferie individuato dal decreto Milleproroghe aveva fatto tirare “un sospiro di sollievo” ai molti consiglieri cuneesi contrari al progetto di costruzione di un parcheggio interrato in piazza Europa - e, in generale alla riqualificazione della piazza stessa - la notizia dell’accordo tra governo e ANCI della scorsa settimana ha invece riportato l’attenzione al massimo sull’argomento.

E su tutte le sue, diverse, implicazioni. Una di queste riguarda le sfere ambientale e salutistica, e si attesta su una particolare domanda - presentata ieri sera nella prima seduta del consiglio comunale di Cuneo dalla cosigliera Silvia Cina Maria - : con la costruzione del parcheggio sotterraneo si prevedono aumenti nel tasso di inquinamento atmosferico dell’Altipiano? 

È ormai prassi condivisa quella di adottare misure atte alla limitazione del traffico che riducano l’inquinamento - ha sottolineato la consigliera pentastellata - ; l’idea di realizzare il parcheggio sotterraneo diventa quindi insensata: invoglia all’utilizzo dell’auto e non a quello di alternativi mezzi di trasporto pubblico”.

A rispondere l’assessore Davide Dalmasso, che si è principalmente preoccupato di portare la discussione sul piano concreto dei dati scientifici, pur condividendo l’importanza di non abbassare la guardia sull’argomento. “Mi sembrano preoccupazioni davvero infondate quelle sulla qualità dell’aria della nostra città; nel 2018 Cuneo ha avuto 7 superamenti della soglia di CO2 e non si dovranno emettere ordinanze restrittive sulla circolazione delle automobili in nessuna zona. Questo significa che la situazione non è così pessima come viene a volte dipinta.

“Abbiamo valutato ovviamente lo stato dell’inquinamento atmosferico su piazza Europa e no, con l’introduzione del parcheggio non si prevede un aumento - ha poi continuato Dalmasso - . Anzi, dagli studi effettuati in fase di progettazione è emerso che con un parcheggio interrato a due piani si avrà una riduzione di 12 tonnellate di CO2 all’anno, per la riduzione significativa dello smog realizzato da chi cerca continuamente una sosta nelle vicinanze. Il passaggio importante da ricordare in questo senso è che non andiamo a creare parcheggi nuovi ma a sostituirne di rimossi”.

simone giraudi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium