/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | martedì 23 ottobre 2018, 16:45

Il Piemonte è la regione più bella del mondo: gli autori di Lonely Planet innamorati delle Langhe

Nella guida “Best in travel 2019” è la destinazione più consigliata tra le regioni. Torino, Langhe, Roero e Monferrato hanno conquistato il cuore degli autori della guida

La presentazione di questa mattina, a Torino

La presentazione di questa mattina, a Torino

Che il Piemonte sia una regione attrattiva per il turismo è, oramai, cosa nota, anche se affatto scontata.

Ma che sia un colosso delle guide turistiche a riconoscerlo cambia sicuramente la prospettiva. Lo ha fatto Lonely Planet, che ha presentato al Museo Nazionale del Cinema la nuova guida “Best in travel 2019”, dove inserisce il Piemonte tra le dieci regioni da visitare per il prossimo anno.

Anzi, per gli autori di EDT è addirittura la prima.

Ed è accorso anche il presidente della Regione, Sergio Chiamparino, per portare i propri ringraziamenti. Mentre l’assessora al turismo, Antonella Parigi, esulta: “Questo – ha detto – è il frutto di un lavoro evangelico per far capire quanto sia importante il turismo come asset di sviluppo”.

E a far da traino sono stati i territori di Langhe, Roero e Monferrato, ma anche la città di Torino, con la spinta verso settori come gli eventi e l’enogastronomia, è piaciuta agli autori della guida.

Sulla scelta, ha sottolineato Angelo Pittro, direttore marketing di Lonely Planet, ha pesato anche l’esposizione dell’Autoritratto di Leonardo da Vinci, prevista per il prossimo anno.

Ma tra i luoghi segnalati ci sono il Museo del Cinema, le Ogr, il Museo Ettore Fico e Edit. “Il risultato – ha commentato Alberto Sacco, assessore al turismo del Comune di Torino – è stato raggiunto insieme, perché promuoviamo l’intera regione anche a livello internazionale, siamo già stati a Copenhagen e presto saremo a New York”.

E proprio Copenhagen è stata invece la destinazione migliore, secondo la guida, per quanto riguarda le città.

E sembra che agli italiani piaccia particolarmente dato che, negli ultimi dieci anni, gli arrivi dal nostro Paese sono raddoppiati. Tra le altre zone segnalate ci sono il Perù e il Red Centre australiano, i cui rappresentanti sono intervenuti alla presentazione.

Le destinazioni sono state scelte tra un ventaglio di mille proposte.

Paolo Morelli (www.torinoggi.it)

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore