/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 23 ottobre 2018, 09:31

San Michele Mondovì: istituito il registro comunale per il testamento biologico

Una scelta effettuata dall'amministrazione "per promuovere la piena dignità e il rispetto delle persone, anche nella fase terminale della vita umana"

San Michele Mondovì: istituito il registro comunale per il testamento biologico

Anche il Comune di San Michele Mondovì, "per promuovere la piena dignità e il rispetto delle persone, anche nella fase terminale della vita umana", ha istituito il registro comunale delle dichiarazioni anticipate di trattamento sanitario (DAT), con la finalità di consentire l'iscrizione nominativa, mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, di tutti i cittadini che hanno depositato una dichiarazione anticipata di trattamento presso un notaio o presso l'ufficio di stato civile, allo scopo di fornire informazioni alle persone autorizzate circa l'esistenza di una DAT, la data di compilazione e il soggetto presso il quale tale documento è depositato.

"Le DAT - spiegano dal municipio - devono essere redatte per atto pubblico o per scrittura privata autenticata ovvero per scrittura privata consegnata personalmente dal disponente presso l'ufficio dello stato civile, che provvede all'annotazione nell'apposito registro. Le DAT sono esenti dall'obbligo di registrazione, dall'imposta di bollo e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto e tassa. Con le medesime forme esse sono rinnovabili, modificabili e revocabili in ogni momento. Sono accettate e annotate solo le DAT rese da cittadini che risultino residenti nel Comune di San Michele Mondovì all'atto della richiesta. Il loro deposito dev'essere accompagnato da una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà che permetta, senza dover consultare la DAT, l’individuazione del depositante e del fiduciario. L'ufficiale di stato civile incaricato della tenuta e dell’aggiornamento del registro rilascerà ai soggetti di cui sopra una attestazione riportante il numero progressivo di registrazione attribuito alla dichiarazione. Attraverso successiva dichiarazione, da rendersi con le medesime modalità, sarà in ogni momento possibile modificare o revocare la dichiarazione". 

E ancora: "Per consegnare personalmente la dichiarazione, la persona interessata deve prendere un appuntamento anche telefonico con l'ufficiale dello stato civile. La presentazione della dichiarazione deve essere effettuata personalmente dal dichiarante. Qualora la dichiarazione anticipata di trattamento sanitario sia redatta da un notaio, il Comune s'impegna a ricevere e annotare nel registro le dichiarazioni trasmesse direttamente dal rogante"

Nota a margine: il registro non è pubblico e potranno prendere visione delle informazioni in esso contenute, il dichiarante e, se indicati dal dichiarante nell'atto dichiarazione sostitutiva di atto notorio, il medico di famiglia e i sanitari che avranno in cura il dichiarante, il fiduciario e il supplente del fiduciario, se nominati, il notaio che ha redatto l'atto, gli eredi del dichiarante, se espressamente individuati.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium