/ Cronaca

Cronaca | 23 ottobre 2018, 15:00

Cuneo: condannato a 15 mesi di reclusione per l’appropriazione indebita di 300 autovetture

I fatti risalgono agli anni 2011-2012. Un’azienda coreana produttrice costituita parte civile

Immagine di repoertorio Pxhere

Immagine di repoertorio Pxhere

Il cuneese P.S. è stato condannato con rito abbreviato a 15 mesi di reclusione e 500 euro di multa per essersi appropriato indebitamente di 300 autovetture del valore complessivo di oltre 3 milioni e 600 mila euro. All’imputato, che ha usufruito della riduzione di un terzo della pena, è stato concesso il beneficio della sospensione condizionale.

Nel periodo maggio-giugno 2011 P.S., cinquantreenne, nella sua qualità di presidente di una società di capitali con sede a Cuneo, aveva acquisito le macchine prodotte da un’azienda coreana (costituita parte civile nel processo con l’avvocato Adalberto Pasi), che aveva conservato il diritto di proprietà fino al pagamento totale del prezzo, che non avvenne mai.

Qualche mese dopo l'uomo aveva trasferito gran parte delle vetture a una ditta di cui era lui stesso amministratore; nel 2012 su altre automobili aveva acceso un’ipoteca a favore di di una SpA, sempre facente capo a lui, mentre le restanti le aveva vendute a terzi.

Il risarcimento sarà deciso in separato giudizio civile.


Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium