/ Attualità

Attualità | 31 ottobre 2018, 17:25

Ufficiale, la Granda avrà la sua tappa al prossimo Giro: il 23 maggio sarà Cuneo-Pinerolo

La gara si terrà nella seconda settimana e si snoderà per 146 km in un percorso che per la grande maggioranza passerà in provincia di Cuneo tra valle Varaita, valle Po e valle Infernotto

Ufficiale, la Granda avrà la sua tappa al prossimo Giro: il 23 maggio sarà Cuneo-Pinerolo

E’ ufficiale. La Granda avrà la sua tappa al 102° Giro d’Italia e sarà - come preannunciato nei mesi scorsi - la Cuneo-Pinerolo. La corsa, conosciuta anche come la Fausto Coppi, arriva nell’anno del centenario dalla nascita del grande campione.

La corsa si terrà il 23 maggio nella seconda settimana del Giro e si snoderà per 146 km in un percorso che per la grande maggioranza passerà in provincia di Cuneo. Tappa corta ma intensa con il doppio passaggio in cima al Muro di via dei Principi di Acaja (pendenze fino al 20%) e la scalata di Montoso, primo GPM di prima categoria incontrato al Giro 2019. Tappa storica del Giro la corsa partirà da Piazza Galimberti per poi attraversare Busca, percorrere la colletta di Rossana, scendere a Saluzzo e con un passaggio in valle Po. Da qui la carovana andrà a Pinerolo passando per Barge per poi ritornare in provincia di Cuneo con un gran premio della montagna in Valle Infernotto a Montoso nei pressi degli impianti sciistici di Rucas Ski, una nuova discesa a Bagnolo Piemonte per poi giungere all'arrivo nuovamente a Pinerolo.

Il percorso della Cuneo-Pinerolo con l'altimetria


“Un’ottima collaborazione con la Rcs” – ha dichiarato il presidente dell’Atl del Cuneese Mauro Bernardi dopo la presentazione delle tappe della corsa rosa in diretta dagli studi Rai di Milano – “La tappa Cuneo-Pinerolo ci vede protagonisti in quasi la totalità del percorso coinvolgendo il territorio del saluzzese che nel 101° non era stata coinvolta dal passaggio del Giro.”

Alla presentazione di oggi, mercoledì 31 ottobre, presenti, oltre a Bernardi, il direttore dell’Atl del Cuneese Paolo Bongioanni, l’assessore al Turismo del comune di Cuneo Luca Serale, il referente della Provincia e membro del cda dell'Atl Rocco Pultianò e il referente Rcs del cuneese Sergio Trossarello.

La provincia di Cuneo torna protagonista del Giro dopo la tappa dello scorso anno Abbiategrasso-Prato Nevoso che aveva incoronato il tedesco Maximilian Schachmann della Quickstep come vincitore di tappa e aveva visto i primi cedimenti da parte della maglia rosa Simon Yates. Cedimenti che avevano dato il là nella tappa successiva alla fuga straordinaria  di Chris Froome, incoronato pochi giorni successivi come vincitore di quel Giro.

Daniele Caponnetto

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium