/ Eventi

Eventi | 31 ottobre 2018, 19:43

"Tito e gli alieni" con Valerio Mastandrea e Clemence Poésy

Incontro con la regista PAOLA RANDI al Cinema Lux Busca

"Tito e gli alieni" con Valerio Mastandrea e Clemence Poésy

L'incontro con la regista Paola Randi del prossimo 9 novembre, presso il Cinema Lux di Busca (CN), in occasione della proiezione del suo ultimo film TITO E GLI ALIENI, con Valerio Mastandrea e Clemence Poésy.

Chi è Paola Randi: si laurea in giurisprudenza e parallelamente studia disegno, pittura, tecniche d’incisione. Lavora come Project Manager per 12 anni presso organizzazioni non profit internazionali a favore delle donne nell’economia. Nel 1996 fonda TTR, trimestrale sul teatro e le arti visive da cui nasce un Festival Internazionale di Teatro di Ricerca a Milano. Dal novembre 2003 si occupa esclusivamente di cinema. Selezionata al Talent Campus della Berlinale 2004 (tra i docenti Ken Loach, Mike Leigh, Stephen Frears, Alan Parker), segue il seminario di Werner Herzog, alla Scuola Holden di Torino. "Into Paradiso" è il suo primo lungometraggio.

Con il film "Tito e gli alieni", presentato al Torino Film Festival, è insignita del riconoscimento alla Miglior Regista dell'anno ai Premi FICE 2018 (Federazione Italiana Cinema d'Essai) a Mantova.

Tito e gli alieni: c'è un professore napoletano nel deserto del Nevada che spende la vita ad ascoltare il suono dello Spazio alla ricerca di una voce. La voce cara della consorte morta diversi anni prima. Scienziato mesto a un passo dall'Area 51, segue un progetto, o almeno dovrebbe, per conto del governo degli Stati Uniti. Il suo torpore esistenziale è interrotto quotidianamente da Stella, giovane wedding planner per turisti che credono ancora agli alieni. Un pacco postale e una registrazione video gli annunciano un giorno l'arrivo di Anita e Tito, preziosa eredità del fratello morto a Napoli. Introverso e laconico, il professore si attrezza, letteralmente, per accogliere i nipoti. Anita ha sedici anni e sogna un tuffo in piscina con Lady Gaga, Tito ne ha sette e desidera sopra a ogni cosa parlare ancora col suo papà. Sorgenti formidabili di nuova energia, Anita e Tito riavvieranno il programma e il cuore dello zio.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium