/ Cronaca

Cronaca | 06 novembre 2018, 16:01

Inveisce contro l'addetta allo sportello URP dell'ospedale di Cuneo, poi rimane coinvolto in un tamponamento: nei guai 21enne cuneese

A intervenire in entrambi i casi la polizia Locale del capoluogo, che sta vagliando provvedimenti contro il giovane sia per quanto riguarda l'incidente che per l'atteggiamento non collaborativo

Inveisce contro l'addetta allo sportello URP dell'ospedale di Cuneo, poi rimane coinvolto in un tamponamento: nei guai 21enne cuneese

Nella giornata di ieri (5 novembre) alle ore 15.20 è pervenuta alla Centrale Operativa della Polizia Locale di Cuneo una richiesta d'intervento per la presenza di un soggetto presentatosi allo sportello URP dell’ospedale cittadino il quale, non contento delle informazioni ricevute, avrebbe inveito più volte contro l’addetta allo sportello per poi darsi alla fuga.

Il personale addetto alla vigilanza della struttura ha richiesto l’intervento degli organi di polizia e due pattuglie del nucleo di Pronto Intervento e dei servizi mirati hanno raggiunto in pochi minuti l’ospedale.

Dalla descrizione dell’uomo la Polizia Locale ha appreso trattarsi del medesimo soggetto ventunenne, K.P.F., che alcuni giorni prima si era già reso protagonista di comportamento antisociale e violento per il quale si era reso necessario l’intervento dei Carabinieri.

Nel mentre che proseguivano le ricerche del soggetto, è poi pervenuta una chiamata per un sinistro stradale occorso sul Viale degli Angeli in prossimità del Rondò Garibaldi. A sorprendere, però, il personale intervenuto non era la dinamica del sinistro ma il fatto che un coinvolto fosse la stessa persona che un’ora prima aveva dato in escandescenze presso i locali dell’ospedale Santa Croce.

Durante i rilievi, K.P.F. continuava a mantenere un comportamento particolarmente non collaborativo, a inveire nei confronti degli agenti intervenuti, proferendo frasi insensate e tali da richiedere nuovamente l’intervento di una seconda aliquota. E' stat quindi allertata anche l’emergenza sanitaria, come richiesto da K.P.F., il quale una volta giunta sul posto l’ambulanza si è allontanato senza motivo.

L’autovettura, lasciata incustodita sulla strada, è stata fatta rimuovere dagli agenti e contestualmente richiesto un intervento tecnico per la messa in sicurezza della segnaletica stradale abbattuta.

A carico del giovane cuneese sono al vaglio provvedimenti sia per quanto emerso dalla dinamica del sinistro sia per l’atteggiamento tenuto nei due episodi che l’hanno visto protagonista.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium