/ Eventi

Eventi | 06 novembre 2018, 19:03

Saluzzo, per la festa di san Carlo in tanti alla villa in ricordo del conte Alessandro Reyneri di Lagnasco

Si è svolto domenica 4 novembre il tradizionale appuntamento della famiglia. La messa nella cappella della proprietà è stata accompagnata dai canti della corale “Le Tre Valli” di Saluzzo

Fotto di gruppo della famiglia Reyneri di Lagnasco, con padre Giuliano Selti

Fotto di gruppo della famiglia Reyneri di Lagnasco, con padre Giuliano Selti

Una tradizione onorata anche quest’anno, nonostante la pioggia.

Domenica 4 novembre in occasione della festa di San Carlo, il santo "patrono di famiglia" numerosi parenti, amici, conoscenti, vicini di casa, contadini e vignaioli, rappresentanze comunali, si sono ritrovati, come da decenni, alla villa e vigna San Carlo" di proprietà della famiglia Reyneri di Lagnasco.

Centrale  la messa nella piccola cappella della tenuta  in onore di “San Carlo Borromeo” celebrata dal parroco della vicina chiesa di San Bernardino frate Giuliano Selti. Ad accompagnare con i canti la funzione religiosa, il gruppo corale “Le tre Valli” di Saluzzo.

Traversale al momento di incontro il ricordo del padrone di casa Alessandro Reyneri di Lagnasco, architetto, appassionato d'arte e viticoltore per passione, che aveva scelto negli ultimi anni la residenza di Saluzzo, dedicatosi alla produzione di  vini e alla coltivazione di antichi vitigni . “Nostro padre teneva moltissimo a questo  ritrovo d’autunno - ricorda la figlia Maria Luce e aveva contributo ad allargare la cerchia dei presenti all’appuntamento che aveva istituito sua madre, mia nonna,  radunando per la domenica più vicina alla festa di San Carlo il vicinato, ora  sempre più esteso a saluzzesi e non. Per lui era una sorta di ringraziamento collettivo per il raccolto a vendemmia finita e per  la presentazione dei suoi vini,  14 tipi di cui andava fierissimo. Vini prodotti da vitigni autoctoni che andava a cercare nelle valli, in val Maira come in val Stura per ripiantarli nella sua vigna".

I vini di vigna San Carlo, il pelaverga, un rosso barbera chatus e il bianco san Carlo di antichi vitigni, sono ora prodotti  da Cascina Melognis di Revello e fanno parte del Consorzio di tutela dei Vini delle Colline Saluzzesi.

La tradizione del ritrovarsi nella proprietà, tra i colori d’autunno e nel clima ospitale di famiglia è continuata dalla  padrona di casa, Antonia Albertoni di Val di Scalve, con i figli Guido, Carlo Amedeo, MariaLuce e aiutata dai nipoti nel rinfresco che segue la messa.

vb

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium