/ Politica

Politica | 06 novembre 2018, 11:01

Sambuco, sciolto il consiglio comunale: "Una decisione condivisa che rientra nell'ambito del buon governo"

A parlare l'ormai ex sindaco Giovanni Battista Fossati, che nella serata di ieri (5 novembre) ha rassegnato le dimissioni assieme alla maggior parte dei consiglieri comunali rimasti

Giovanni Battista Fossati

Giovanni Battista Fossati

Dire che la primavera del 2019 è ormai vicina sarebbe un'esagerazione, ma con l'appuntamento della tornata elettorale comunale che vede protagonista anche la nostra provincia Granda è di certo un periodo guardato con attesa da chiunque si intenda o voglia intendersi di politica.

Tra le amministrazioni naturalmente al termine, però, se ne dovrà aggiungere una: quella di Sambuco. Dopo poco più di un anno di attività, infatti, nella giornata di ieri (5 novembre) il sindaco Giovanni Battista Fossati e 5 degli 8 consiglieri comunali rimasti hanno rassegnato le proprie dimissioni, costringendo il comune al commissariamento.

Eletta nel giugno del 2017 la nuova amministrazione comunale contava in partenza 10 consiglieri comunali, ridottisi poi di 2 nel corso dei mesi.

"La decisione, non concordata precedentemente, ovviamente, ma condivisa da tutte le frange dell'amministrazione, rientra nell'ambito del buon governo: nelle condizioni in cui eravamo non avremmo potuto privare Sambuco dell'opportunità di andare al voto" spiega il sindaco Giovanni Battista Fossati.

"Nessuna lite o discussione, nella stessa situazione ogni amministrazione può decidere in autonomia come agire e noi abbiamo scelto questa strada: abbiamo ancora preso parte alle festività di inizio novembre e abbiamo ufficializzato la cosa nel primo giorno utile."

Fino alle nuove elezioni le attività amministrative saranno quindi incarico del viceprefetto Marinella Rancurello, in qualità di commissario.

simone giraudi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium