/ Scuole e corsi

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuole e corsi | 06 novembre 2018, 09:00

Con la scuola primaria Provvidenza il mio regalo di Natale è già arrivato

Il racconto di un papà sulla bellissima esperienza del figlio in questa scuola di Bra

Immagine tratta dalla pagina Facebook della scuola

Immagine tratta dalla pagina Facebook della scuola

Quando si è piccoli si trascorrono queste settimane autunnali tra la festa dei Santi ed il Natale iniziando a pensare, a sospirare, a sognare, i regali che troveremo sotto l'albero il 25 dicembre.

Ecco, io il mio regalo per quest'anno l'ho già ricevuto, anzi, lo sto ricevendo ogni giorno ed è vedere mio figlio frequentare felice, spensierato, curioso ed orgoglioso il primo anno della scuola primaria alla Provvidenza. Come credo ogni genitore, ho trovato il prospettarsi della scuola primaria per mio figlio come un periodo condito dalle più svariate preoccupazioni e la preferenza nei confronti di un istituto rispetto ad un altro come una scelta alquanto travagliata..dopotutto è il luogo in cui passerà cinque anni della sua vita, forse i cinque più formativi ed importanti del periodo scolastico, i cinque anni che lo vedranno crescere e porre le basi dell'uomo che sarà.

Nei mesi precedenti alla scelta inizio' così quella ricerca di informazioni tra conoscenti e non, che un po' tutti facciamo quando dobbiamo trovare una palestra, un corso di inglese o uno sport; innumerevoli i pranzi passati a chiacchierare sulle varie possibilità ed io e mia moglie iniziammo a pensare seriamente alla scuola primaria della Provvidenza colpiti dai curriculi didattici e dalle molteplici attività. Una mattina fissammo quindi un appuntamento con il preside per poterne ottenere ulteriori informazioni e non nego che restammo molto colpiti dall'offerta formativa e dalle metodologie didattiche che ci venivano illustrate; tornammo a casa veramente entusiasti di questa realtà ma con il timore che poi, figli della caducità e della società dell'immagine, nel concreto qualcosa non fosse come descritto.

A luglio arrivò la prima sorpresa: una settimana in cui i bambini avevano la possibilità di frequentare l'istituto e in cui hanno conosciuto la maestra, hanno iniziato a conoscersi fra di loro e a prendere confidenza con gli ampi spazi che la struttura possiede. Dopo questo primo momento conoscitivo passarono ovviamente le vacanze estive e ci si ritrovò a settembre con un momento di festa domenicale molto apprezzato anche dai bambini per le attività ludiche, il lancio dei palloncini, pizzette e salatini ed ovviamente per la torta finale. Arrivò così l'inizio della scuola vera e propria e mi sorprese fin da subito laddove constatai che dal primo giorno l'orario scolastico era completo e prevedeva già i vari pomeriggi, che la mensa fosse da subito perfettamente funzionante (vale la pena qui accennare a come mio figlio apprezzi veramente molto il lavoro quotidiano dello Chef) e che ogni bambino avesse trovato sul banco il diario e i libri accompagnati da un dolcetto.

Nei giorni successivi potemmo rilevare l'impeccabile organizzazione e l'attenzione ai dettagli, una didattica veramente molto molto curata e momenti sportivi e ludici sempre sotto lo sguardo del personale. Cos'altro aggiungere? Una festa dei nonni davvero ben riuscita, personale sempre cortese e una pulizia nei locali impeccabile. Direi proprio che il mio regalo più bello per questo Natale è vedere mio figlio in salute, curioso e desideroso di apprendere, frequentare felice la scuola Provvidenza.

Aldo Racca

Informazione pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium