/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | giovedì 08 novembre 2018, 07:31

Fossano, la maggioranza sollecita Sordella a decidere

Superata l’ipotesi di un ritorno di Balocco in municipio, il centrosinistra attende che il sindaco sciolga le riserve. Per il Pd locale resta lui l’uomo da rimandare in campo

Davide Sordella - foto di repertorio

Davide Sordella - foto di repertorio

Se Sergio Chiamparino avesse gettato la spugna, forse la storia politico-amministrativa fossanese avrebbe preso un’altra piega. Ma con i se e i condizionali non si fa la cronaca, figuriamoci la storia!

Si deve quindi prendere atto che l’ipotesi di un ritorno in municipio di Francesco Balocco, ventilata per più settimane sia nei corridoi del municipio della città degli Acaja che in ambito provinciale, è definitivamente tramontata. Con Chiamparino di nuovo in campo, l’assessore regionale uscente ai Trasporti non ha dubbi: tra il Comune e Palazzo Lascaris opta per quest’ultimo, anche perché in municipio ha già trascorso dieci anni della sua vita e le minestre riscaldate, si sa, non sono mai eccitanti per il palato degli elettori, specie di questi tempi.

Ciò premesso, resta il dubbio se Davide Sordella, sindaco uscente, vorrà riproporre la sua candidatura, in che termini e in quale cornice politica. Martedì sera, in Comune a Fossano, c’è stata una riunione di maggioranza, incentrata prevalentemente su temi di carattere amministrativo, ma la discussione non poteva non scivolare sulle prossime amministrative, nonostante manchino ancora sei mesi alle urne.

C’era stato sentore, a margine delle elezioni provinciali, che tra Sordella e il suo partito, il Pd, ci fossero state frizioni. Il segretario del circolo cittadino Stefano Gemello si premura di mettere a tacere le illazioni.

Sordella – afferma – è tesserato al Pd. Quattro anni fa, quando si era candidato raccogliendo il testimone da Balocco, lo aveva fatto in veste “civica” con la sua lista “100 Lampadine”, pur essendo in coalizione con noi. Oggi è un iscritto al partito a tutti gli effetti e resta il candidato sindaco ideale. Una sua ricandidatura – aggiunge Gemello – ha il senso della continuità per completare ciò che è stato avviato e va portato a compimento. Ovviamente spetta a lui decidere. Per quanto ci riguarda – annota ancora il segretario – il Pd fossanese non ha dubbi: è lui il nostro uomo!”.

Tra le tante voci che si sono susseguite in questo inizio autunno, una indicava l’assessore alle Attività produttive e alle Politiche sociali Cristina Ballario pronta a scattare, considerata l’intenzione del vicesindaco, Vincenzo Paglialonga, un veterano del municipio, di chiamarsi fuori. Gemello, però, smentisce con decisione. “E’ un’ipotesi – spiega – che non esiste. Lasciamo che Sordella rifletta con calma”.

GpT

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore