/ Curiosità

Che tempo fa

Cerca nel web

Curiosità | venerdì 09 novembre 2018, 20:02

Tra i migliori barman e barledies scelti da Mazzetti d'Altavilla anche il cuneese Leandro Cedeno

Suo "El Cafetero", realizzato con il liquore Graspanera

Leandro Cedeno - foto di: Paolo Bernardotti

Leandro Cedeno - foto di: Paolo Bernardotti

C’è anche un protagonista cuneese nel nuovo Calendario Artistico di Mazzetti d’Altavilla - la più storica grapperia del Piemonte - che quest’anno ha selezionato 12 giovani barladies e barman e ha raccolto in ogni pagina dell’Almanacco altrettante ricette ideate con l’uso di distillati km 0, made in Piemonte.

Fra i protagonisti un barman è cuneese: si tratta di Leandro Cedeno, operante presso il noto Galì food & drink nel pieno centro di Cuneo, ideatore del cocktail dal titolo “El Cafetero” utilizzando il liquore Graspanera, ottenuto da grappa piemontese e caffè.

 

"Mentre le fresche e profumate vinacce piemontesi arrivano in cima alla collina di Altavilla Monferrato –spiega la settima generazione della famiglia Mazzetti, composta da Chiara, Silvia ed Elisa Belvedere Mazzetti- il nostro sguardo si volge in avanti, verso un roseo futuro del distillato piemontese. Ci piace immaginare un uso sempre più consapevole e versatile, un incontro fra il nostro spirito di sempre, quello autentico del territorio, e le nuove tendenze. Il nuovo calendario è quindi dedicato alla miscelazione, un mondo al qualea bbiamo dedicato molte energie attraverso incontri, sperimentazioni e tanta convinzione.

 

Un viaggio attraverso dodici giovani barladies e barman che hanno prestato la loro creatività e maestria nella miscelazione di Grappe, Acquaviti di Vino, Brandy e Liquori. “Sono loro i nuovi ambasciatori del nostro distillato –aggiungono le giovani sorelle Mazzetti- mediante un ingegno capace di creare l’immagine fashion degli spiriti piemontesi e diffondere un innovativo lifestyle.

Un grande grazie –conclude la young generation di Casa Mazzetti- va ai protagonisti per aver accolto questo progetto e all’abile obiettivo del fotografo Paolo Bernardotti che ha immortalato attimi e volti. Un grazie va infine a tutti gli amici di Mazzetti d’Altavilla che sfoglieranno, mese dopo mese, questo calendario lasciandosi tentare dal suadente invito a diventare portavoci dell’arte della miscelazione."

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore