/ Attualità

Attualità | 15 novembre 2018, 07:03

Anche il capomissione dell’ONG “Open Arms” a Ostana per la seconda “Festa dell’umanità”

L’evento, a ingresso libero e gratuito, avrà luogo sabato 24 e domenica 25 novembre. Conferenza via Skype anche con Cédric Herrou agricoltore francese processato per aver aiutato centinaia di migranti a passare il confine tra Italia e Francia

Riccardo Gatti - Foto tratta dalla pagina Fb dell'evento "Festa dell'umanità 2018"

Riccardo Gatti - Foto tratta dalla pagina Fb dell'evento "Festa dell'umanità 2018"

Il progetto “migrAzioni” (a cura dell’Associazione Bouligar, con il sostegno della Compagnia di San Paolo, nel novero delle iniziative dell’Anno europeo del patrimonio culturale) entra nel vivo del suo sviluppo annuale con la seconda edizione della “Festa dell’umanità - Oltre–passi (Narrare scienze fra limiti e confini)”.

Progettazione e realizzazione sono di Associazione Bouligar e del Comune di Ostana, in collaborazione con l’Associazione culturale “Compagnia Marco Gobetti”.

L’evento, a ingresso libero e gratuito, avrà luogo sabato 24 e domenica 25 novembre, a Ostana, uno dei Borghi più belli d’Italia, affacciato sul Monviso, un laboratorio del ripopolamento della montagna e delle buone pratiche.

Le iniziative si terranno nel centro polifunzionale “Lou Pourtoun” di borgata Sant’Antonio – Miribart.

“Oltre–Passi”, seconda edizione della Festa dell'umanità, affronta e intreccia i temi dell'attraversamento, del cammino, dello spostamento, superamento o raggiungimento di qualunque limite o confine, intesi in ogni loro accezione: pratica, astratta, positiva o negativa.

Due giornate di narrazioni scientifiche, eventi spettacolari e interviste pubbliche tra antropologia, biologia, astrofisica, storia e contemporaneità.

Le narrazioni pubbliche, coordinate dallo storico Leonardo Casalino, vedranno partecipare: Gianfranco Biondi, biologo; Giovanni Boano, ornitologo; Paola Bonfante, biologa; Valerio Calzolaio, giornalista e scrittore; Adriano Favole, antropologo culturale; Renzo Fracalossi, storico e drammaturgo; Elisa Nichelli, astrofisica; Olga Rickards, antropologa molecolare; Francesco Scalfari, biologo e antropologo.

Il giornalista e scrittore Maurizio Pagliassotti intervisterà Riccardo Gatti, portavoce e capomissione in Italia di Proactiva Open Arms, organizzazione non governativa spagnola impegnata dal 2016 nei salvataggi nel mar Mediterraneo e Cédric Herrou, agricoltore francese di Breil–sur Roya, processato per aver aiutato centinaia di migranti a passare il confine tra Italia e Francia.

Fra le conseguenze giudiziarie, il divieto di uscire dal territorio francese se non per coltivare la porzione del suo terreno immediatamente oltre il confine, in territorio italiano: per questo l’intervista avverrà in collegamento video Skype.

La programmazione è completata dalla lezione recitata “Armare il confine – Chiudere le frontiere per aprirsi al conflitto: retorica e propaganda dalle trincee ai tempi di Frontex” di e con Anna Delfina Arcostanzo e dalla proiezione del documentario “Juventa”, regia di Michele Cinque, 2018, sulla vicenda di un gruppo di ragazzi tedeschi che decise di acquistare una nave per andare a salvare vite umane nel Mediterraneo.

Riuscirono a metterne in salvo almeno 15mila. Poi l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina da parte della Procura di Trapani che sequestra la nave. Sequestro confermato recentemente dalla Cassazione.

Clicca qui per consultare il programma completo, con orari, titoli, sinossi, nomi e azioni della seconda “Festa dell'umanità – Oltre–passi (Narrare scienze fra limiti e confini)”.

Info: www.festadellumanita.wordpress.com - Fb festaumanita2018 - Fb AssociazioneBouligar - 389.2048214 - associazione.bouligar@gmail.com.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium