/ Attualità

Attualità | 15 novembre 2018, 07:09

Videosorveglianza: per Cuneo ci sono 566 mila euro

Lega: "Grati a Ministro Salvini per rifinanziamento bando per Comuni italiani"

Videosorveglianza: per Cuneo ci sono 566 mila euro

 "Siamo grati al Ministro Salvini per aver rifinanziato il bando sulla videosorveglianza con cui 428 Comuni italiani riceveranno 37 mln. A Cuneo saranno destinati 566 mila euro da distribuire in 12 Comuni.

Molti Comuni cuneesi vi avevano partecipato, ma la maggior parte era rimasta esclusa poiché uno dei criteri di valutazione era basato sul tasso di criminalità che in provincia sappiamo essere molto basso. Finalmente l'occhio digitale potrà monitorare più luoghi critici e le immagini potranno essere conservate per molti giorni dopo la registrazione per permettere a forze dell'ordine e addetti alla sicurezza autorizzati di usufruirne all'occorrenza.

Le telecamere sono strumenti sempre più importanti per garantire la sicurezza dei cittadini e supportare le forze dell’ordine nel loro compito quotidiano di controllo del territorio e contrasto della criminalità. È un tassello importantissimo per la prevenzione della criminalità che, come abbiamo visto, anche sul territorio della Provincia Granda è tornata a farsi sentire. Il Ministro Salvini ha ascoltato le esigenze del nostro territorio e ha fornito risposte concrete, disponendo provvedimenti e risorse al fine di mettere in atto una reale politica in favore della sicurezza anche e soprattutto per le piccole e medie località comunali. Dalle parole ai fatti: questo non è che l’inizio di un percorso di sostegno ai nostri comuni in materia di sicurezza".

Lo dichiarano l'on. Flavio Gastaldi e il sen. Giorgio Maria Bergesio, parlamentari cuneesi della Lega.

"Nel momento in cui molti comuni cuneesi erano rimasti esclusi dalla prima tranche, il Comandante della Polizia locale dell'Unione, Franco Bruno mi aveva fornito tutta la documentazione relativa al progetto unico tra i Comuni aderenti per l'interessamento. L'obiettivo è quello di una visione strategica - richiesta tra l’altro dalle stesse forze di polizia e dalla Prefettura di Cuneo, in particolare dal Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica - che è quella di realizzare un impianto di videosorveglianza unico per l'intero territorio fossanese, con telecamere di contesto e di lettura targhe ai varchi dei paesi.

Devo in particolar modo ringraziare il sottosegretario Nicola Molteni per l'attenzione dimostrata", aggiunge l'on. Flavio Gastaldi che è anche consigliere dell'Unione del Fossanese (Genola, Salmour, Trinità, S. Albano S. e Bene Vagienna) e per quest'ultima ne ha seguito l'iter ministeriale".

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium