/ Cronaca

Cronaca | 17 novembre 2018, 17:01

Fossano: il commosso saluto a Yassine, giovane fossanese scomparso

Un’intera comunità stretta intorno alla famiglia. Riposa nel cimitero di Fossano

Fossano: il commosso saluto a Yassine, giovane fossanese scomparso

Una folla silenziosa e composta ha atteso oggi, sabato 17 novembre, l’arrivo della bara bianca di Yassine Bentarghi, il quindicenne scomparso tragicamente lo scorso lunedì, per la cerimonia funebre.

Erano tantissimi i giovani, poco più che bambini, con gli occhi segnati e smarriti di chi, soprattutto si chiede come sia possibile che un ragazzo di 15 anni, il loro amico, così improvvisamente non ci sia più. Hanno aspettato Yassine in strada e nel parchetto del Coniolo, e lo hanno salutato e pianto.

Accanto alla mamma e al papà e alla sorellina Farah c’era la comunità musulmana, ma c’erano anche tantissimi amici, compagni di scuola, i vicini di casa del Coniolo dove Yassine viveva, gli insegnanti e i dirigenti delle scuole che ha frequentato, gli educatori e le autorità.

Una bara bianca, sormontata da un drappo verde con i versetti del Corano, la cerimonia officiata dall’Imam con le Sure, i tanti ricordi e lo stormo di cicogne che ha attraversato il cielo durante la sepoltura come per dare la speranza ai convenuti di ogni religione di un viaggio intrapreso dall’amico scomparso.

In questa giornata fredda e grigia la bara di Yassine è stata calata nella tomba nel cimitero di Fossano, nel prato riservato ai riti musulmani. Sono solo quattro le lapidi e ben due appartengono a giovanissimi: quella di Yassine e quella di Sufihan scomparso tragicamente nel 2008.

Oltre all’Imam e ai membri della comunità musulmana sono intervenuti al funerale anche don Sergio Daniele, parroco di Sant’Antonio e l’assessore alle Politiche familiari Simonetta Bogliotti.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium