/ Attualità

Attualità | 21 novembre 2018, 16:02

Cuneo, unanime il consiglio sul decreto Pillon: "Politica fatta senza la capacità tecnica necessaria"

Secondo i consiglieri del capoluogo il ddl del senatore leghista sarebbe troppo adultocentrico; Simone Priola: "Assurdo che la presenza di bambini sia usata come disincentivo al divorzio"

Foto generica

Foto generica

È unanime la posizione del consiglio comunale di Cuneo: il disegno di legge Pillon sulla famiglia è assurdamente adultocentrica e non riferita alla realtà concreta della società italiana.

 Ieri sera (martedì 20 novembre) l’amministrazione del capoluogo ha discusso e approvato l’ordine del giorno presentato da Luciana Toselli, fortemente critico nei confronti dei contenuti del ddl. “Siamo preoccupati, e molto: la bigenitorialità perfetta su cui si basa il documento non esiste nella realtà e il minore non viene assolutamente contemplato, ma trattato come un pacco da spostare tra i due coniugi. Che la galassia del divorzio abbia problemi da risolvere è indubbio ma non è questa la strada giusta”.

La norma parrebbe andare nella direzione di equilibrare le due figure genitoriali, impossibile nella pratica per Maria-Luisa Martello. “Quello del decreto Pillon è l’ennesimo caso di proposta politica fatta senza la contezza tecnica sulla materia - ha sottolineato Alberto Coggiola, lui stesso padre separato - . Nel dar vita a una norma di questo tipo bisognerebbe mettere davanti a tutto il benessere dei bambini, non quello degli adulti”.

Più duro l’intervento di Simone Priola, che si lancia contro il partito d’appartenenza del senatore Pillon, la Lega (senza rappresentanti durante la discussione): “Non mi pare che gli elettori gialloverdi siano esempi di bigenitorialità perfetta, perché non può esistere. Assurdo poi che la presenza di un bambino nella coppia sia usata come leva contro il divorzio: mi viene da dire, altro che governo del cambiamento, qui siamo alla restaurazione!

A seguito della discussione dell’ordine del giorno l’assessore Cristina Clerico ha comunicato che lunedì 26 novembre alle 17.30 nel salone d’onore del comune si terrà un incontro specifico sul ddl Pillon, organizzato dal comune, dalla rete antiviolenza della città, dall’ordine avvocati Cuneo e da Se Non Ora Quando.

simone giraudi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium