/ Attualità

Attualità | 21 novembre 2018, 12:15

Molti iscritti, ma "utilizzo limitato": Cuneo dice "addio" a Bicincittà, in attesa di un servizio di bike sharing a flusso libero

Le stazioni Bicincittà presenti sul territorio non verranno per ora smantellate ma verranno convertite nei prossimi mesi in parcheggi coperti per biciclette, dotandole di rastrelliere a servizio di tutti

Un’immagine d’archivio del servizio Bicincittà

Un’immagine d’archivio del servizio Bicincittà

L’Amministrazione comunale di Cuneo, negli ultimi anni, anche grazie ai diversi progetti europei ai quali ha partecipato, ha sviluppato e testato una serie di servizi a favore del cicloturista e del ciclista urbano che hanno permesso di integrare l’offerta degli operatori privati presenti sul territorio.

In particolare sono state incrementate le piste ciclabili esistenti, sono state posizionate nella città, e in alcuni punti strategici dei comuni limitrofi, colonnine di gonfiaggio e manutenzione biciclette, è stato predisposto un lavaggio bici automatico nell’area del parcheggio delle piscine, sono stati individuati molteplici percorsi cicloturistici dotati di bacheche informative, andando quindi ad interessare anche strade secondarie e poco trafficate che ben si prestano ad un’attività ciclistica sicura e rilassante.

Questi servizi devono essere nei prossimi anni potenziati e ampliati attraverso l’attivazione di nuove realizzazioni e nuove infrastrutture, come ad esempio la nuova velostazione cittadina che si andrà a realizzare nei prossimi mesi nell’area del parcheggio delle piscine. In particolare occorrerà anche iniziare a infrastrutturare il territorio con un sistema di ricarica delle e-bike facilmente accessibile, individuabile e in prossimità di punti attrattori significativi.

In tale quadro evolutivo, l’Amministrazione ha anche deciso di procedere ad una revisione del sistema di bike sharing partendo dalle analisi fatte negli ultimi tempi sull’attuale servizio che dopo 14 anni di funzionamento, anche sulla base dell’evoluzione di questo mondo riscontrabile anche su altre realtà, è in qualche modo superato.

Le analisi effettuate fanno emergere, a fronte di un numero di iscritti complessivo alto (paragonabile a città di oltre 100mila abitanti), un limitato utilizzo con una buona parte dei prelievi giornalieri che viene effettuato da utenti abituali residenti in Cuneo che utilizzano la bicicletta condivisa come se fosse un servizio di noleggio a lungo termine (per tali utenze la risposta immediata potrebbe essere soddisfatta da servizi di noleggio biciclette proposti da operatori privati che nel frattempo si sono radicati sul territorio) anziché l’elemento di una catena all’interno degli spostamenti casa-lavoro o casa-scuola.

In quest’ottica, visto anche l’evolversi di nuovi sistemi di bike-sharing a flusso libero (ovvero sistemi che non prevedono postazioni specifiche di prelievo-deposito bici, ma attraverso una APP si può visualizzare la posizione delle bici sul territorio e procedere al prelievo della medesima) che potrebbero soddisfare in maniera più precisa e puntuale l’utenza legata agli spostamenti casa-lavoro e casa-scuola, l’Amministrazione comunale ha deciso di pubblicare a breve un bando per la manifestazione di interesse all’installazione di un sistema di questo tipo.

Sulla base di tali elementi si è pertanto definito che il prossimo 31 dicembre il sistema Bicincittà verrà chiuso e che a breve verrà pubblicato il bando per la ricerca di operatori privati disponibili a sperimentare per un anno un sistema di bike sharing a flusso libero sulla citta di Cuneo.

Le stazioni Bicincittà presenti sul territorio non verranno per ora smantellate ma verranno convertite nei prossimi mesi in parcheggi coperti per biciclette, dotandole di rastrelliere a servizio di tutti.

redazione

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium