/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | mercoledì 28 novembre 2018, 19:30

“Politicamente scorretto”: un nuovo libro di Paolo Chiarenza

Dopo “La Fiamma che non si spegne”, a 80 anni suonati, il primo consigliere comunale del Msi, eletto a Cuneo nel 1975, ripercorre tappe e vicissitudini della destra nel Cuneese

Paolo Chiarenza

Paolo Chiarenza

Paolo Chiarenza può, a buon diritto, essere considerato la memoria storica della destra cuneese.

Un personaggio che, da quando, nel 1975, venne eletto primo consigliere comunale del Movimento Sociale a Cuneo, ha vissuto in presa diretta le molteplici vicissitudini di quest’area politica, a partire da quando l’allora partito di Giorgio Almirante, in questa provincia, era ancora nel “ghetto”.

Poi, quando Alleanza Nazionale di Gianfranco Fini arrivò al potere, per lui come per altri che avevano tenuto accesa la fiamma, non c’è stato spazio.

I posti, quelli che contano, sono stati occupati da altri, a dimostrazione di quanto la politica, senza distinzione di colore, sia cinica e bara.  

Ma Chiarenza la politica ce l’ha nel sangue: la fa per passione e convinzione e, a 80 anni suonati, ha voluto cimentarsi in un’altra fatica editoriale.

Dopo la “Fiamma che non si spegne”, volume nel quale aveva ripercorso la storia della destra nella provincia Granda, dal Msi ad Alleanza Nazionale, fino ad arrivare a La Destra, eccolo, questa volta, avventurarsi in “Politicamente scorretto” (Visto da Cuneo – Saggi, memorie e notizie dal fascismo ai giorni nostri).

Oggi Chiarenza, che ha vissuto entusiasmi, delusioni e tradimenti in un partito che ha subìto infinte metamorfosi, milita in Fratelli d’Italia.

Guido Giordano, Denis Scotti e Enzo Tassone, del direttivo di Borgo San Dalmazzo e Valli, hanno organizzato per lui domenica 2 dicembre al ristorante Real Park (tra Valdieri ed Entracque) un “pranzo tricolore”, prima del quale, alle 10,30, il professor Ernesto Zucconi presenterà il nuovo saggio, con prefazione di Claudio Puppione.

Interverrà anche la deputata cuneese Monica Ciaburro.

Un libro, ci permettiamo di annotare, dopo una prima, sommaria lettura, che farebbero bene a leggere anche coloro le cui simpatie ideologiche non sono propriamente affini a quelle del tedoforo della droite cuneese.

“Politicamente Scorretto”, per quanto il titolo sia d’effetto, è in realtà un’analisi (per quanto ovviamente di parte) tutto sommato corretta di oltre mezzo secolo di storia cuneese.

GpT

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore