/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | mercoledì 05 dicembre 2018, 16:14

Appuntamento con la Compagnia l’la Vila al Don Bosco a Saluzzo

La compagnia verzuolese ha alle spalle quasi 30 anni di attività: “divertire divertendosi” è il motto del gruppo costituitosi nel 1989

Appuntamento sabato 8 dicembre alle ore 21 presso il teatro Don Bosco in via Donaudi a Saluzzo con la compagnia “d’la Vila” di Verzuolo che presenta la commedia brillante in tre atti “Doi stisse d’eva” di Christian La Rosa con adattamento e traduzione in piemontese di Carlo Panero.

 

La commedia racconta la storia di un imprenditore sull’orlo del baratro economico, debole e sottomesso nei rapporti con famigliari ed amici, si inventa una soluzione per uscire da questa situazione. Questa iniziativa darà il via a numerosi fraintendimenti che caratterizzeranno il corso della commedia con continui colpi di scena. Riuscirà il nostro protagonista ad uscire vittorioso da questa complicata vicenda? È ciò che la commedia propone e che lo spettatore scoprirà attraverso il susseguirsi di guai e disavventure piene di imbarazzo, stupore e comicità sempre però accompagnate da sorriso e ironia.

Protagonista è lo stesso Carlo Panero (nella duplice veste di Antonio Ravelli e Luigi Piovani) con Claudio Nasi, Elide Sartore, Elisa Peracchia, Caterina Bonino, Bruna Corrado, Irma Emanuel, Piergiorgio Silvestro, Maddalena Giacosa, Pier Luigi Rovere e Christian Callegaro, musiche di Daniele e Aldo Trucco, sarta e costumista Daniela Roasio, direttore tecnico Giorgio Risso, suggeritrice Stefania Aluffi , coordinatori di scena Pier Luigi Rovere, Matteo Quaglia, Piergiorgio Silvestro. Scenografia e allestimento a cura di Elide Sartore e Bruna Corrado.

La compagnia verzuolese ha alle spalle quasi 30 anni di attività: “divertire divertendosi” è il motto del gruppo costituitosi nel 1989.

Lo spettacolo rientra nel cartellone della stagione di teatro dialettale promossa dalla Nuova compagnia del Teatro Don Bosco di Saluzzo e recupera la serata di venerdì 24 novembre che non ha potuto essere allestita.

L’ingresso è a offerta libera ma è richiesta la prenotazione al 324 0431347

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore