/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 06 dicembre 2018, 17:01

Arriva a Torino la promozione delle eccellenze del cuneese: la soddisfazione di Franco Graglia

"Si tratta di una vetrina d'eccezione che viene offerta dal Comune di Torino e che prosegue l'attività di attenzione istituzionale da parte della Regione verso i piccoli Comuni"

Franco Graglia

Franco Graglia

Presso la Presidenza del Consiglio regionale piemontese l'assessore al Commercio del Comune di Torino Alberto Sacco ha incontrato i rappresentanti dei Comuni e delle Pro Loco di Carrù, Farigliano e Morozzo al fine di studiare una partnership volta a promuovere nei prossimi mesi le eccellenze enogastronomiche cuneesi a Torino.

A fare gli onori di casa il vicepresidente del Consiglio regionale Franco Graglia che ha nelle ultime settimane accolto numerosi sindaci e volontari cuneesi in conferenze stampa organizzate per diffondere anche tra i media del capoluogo le importanti fiere che popolano il calendario della 'Granda': "E' stato un incontro molto positivo perché con l'assessore Sacco non ci si è soffermati esclusivamente sulla Fiera del Bue Grasso di Carrù, su quella dei Puciu e di San Nicolao di Farigliano e su quella del Cappone di Morozzo, ma si è aperto il discorso ad una collaborazione volta a promuovere queste e tante altre eccellenze cuneesi in un weekend del prossimo anno tra settembre e ottobre. La collaborazione coinvolgerà anche l'Unpli. Si tratta di una vetrina d'eccezione che viene offerta dal Comune di Torino e che prosegue l'attività di attenzione istituzionale da parte della Regione verso i piccoli Comuni".

L'assessore al Commercio del Comune di Torino Alberto Sacco conclude: "Siamo contenti per l'incontro avvenuto a Palazzo Lascaris, dal quale può nascere una bella collaborazione. L'idea di organizzare un momento di promozione dei prodotti della Granda si sposa con la strategia della Città di Torino che ha scelto come tema centrale per l'attrazione turistica l'enogastronomia. Il fatto che il Cuneese possa vantare così tante eccellenze è un valore aggiunto che non va sprecato. Si tratta peraltro di una iniziativa che si sposa con l'intenzione di rendere Torino capitale del Gusto, uno status che peraltro é già nei fatti visto che ha ospitato la finale del Bocuse d’Or, eventi prestigiosi come Terra Madre e ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di ben sette ristoranti stellati in città".

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore