/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 06 dicembre 2018, 12:15

Il Comune di Saluzzo rivoluziona il servizio mensa dei dipendenti: sarà affidata a bar e negozi cittadini, senza “la mediazione di società terze”

Aperta una procedura per raccogliere le adesioni degli esercizi commerciali interessati. Le domane si raccolgono entro il 20 dicembre. Il buono pasto avrà valore di 6,50 euro: il negoziante verrà pagato direttamente dal Comune, con bonifico bancario

Il Municipio di Saluzzo

Il Municipio di Saluzzo

Al fine di “fornire un servizio effettivamente utilizzabile” a propri dipendenti, il Comune di Saluzzo ha deciso di rivoluzionare le modalità del servizio mensa.

Dagli uffici comunali spiegano che, durante l’ultimo anno, sono state “riscontrate difficoltà, così come in tutti il territorio nazionale, con il fornitore del servizio di buoni pasto per i dipendenti pubblici”.

Per porre dunque fine alle problematiche emerse, e nell’ottica di migliorare il servizio, l’Amministrazione comunale ha deciso di “affidare la mensa relativo al proprio personale dipendente direttamente ai bar, gastronomie, esercizi di ristorazione e di commercio al dettaglio di generi alimentari operanti sul territorio della città o in Comuni distanti non oltre 20 chilometri da Saluzzo”.

In altri termini, il Comune consegnerà ai dipendenti dei buoni pasto, che potranno essere spesi in bar e negozi del territorio. A loro volta, le attività commerciali, per la riscossione del buono, si interfacceranno direttamente con gli uffici comunali, “con tempi più celeri e senza la mediazione di una società terza”.

Gli esercenti intenzionati ad aderire al nuovo sistema di convenzionamento con il Comune, dovrà far pervenire la propria Istanza di convenzionamento, redatta in carta libera secondo il modello scaricabile dal sito internet comunale, attraverso PEC (posta elettronica certificata), con raccomandata, tramite corriere, o consegna a mano direttamente agli uffici del Comune entro il prossimo 20 dicembre.

Le convenzioni stipulate tra il Comune di Saluzzo e gli esercenti che avranno presentato in tempo la loro

candidatura avranno decorrenza da gennaio 2019.

Posso partecipare alla procedura “gli operatori economici che svolgono l’attività di somministrazione di alimenti e bevande, l’attività di mensa aziendale ed interaziendale e la vendita al dettaglio di prodotti alimentari”.

Il dipendente che esibirà il buono pasto (dal valore di 6,50 euro) avrà diritto a una consumazione o una fornitura di generi alimentari di pari valore, secondo il prezzo di vendita al pubblico.

Il Comune, a sua volta, “riconoscerà all’esercente convenzionato un importo ridotto del 5% rispetto al valore

Nominale del buono, comprensivo di IVA con aliquota agevolata al 10% per ogni titolo autorizzativo

presentato dai propri dipendenti. Il pagamento avverrà a seguito di emissione posticipata con cadenza mensile di regolare fattura elettronica da parte dell’Esercente intestata al Comune di Saluzzo e corredata dei titoli autorizzativi ricevuti da parte dei dipendenti del Comune di Saluzzo, così da comprovare l'effettivo utilizzo del servizio di mensa.

Il pagamento delle fatture avrà luogo entro 30 giorni dalla data di ricevimento delle stesse, mediante emissione di bonifico bancario, ma sarà comunque subordinato alla regolare situazione contributiva dell'Esercente”.

L’Ente comunale si riserva “a proprio insindacabile giudizio” di recedere dalla convenzione per il sopravvenire di motivi di “pubblica utilità collegati all’attivazione di diverse e più convenienti modalità di gestione del servizio, sia per irregolarità nello svolgimento del servizio o per violazione di norme legislative o regolamenti inerenti l’attività dell’esercente”.

Tutte le info sul sito del Comune di Saluzzo. Le convenzioni partiranno dal prossimo mese di gennaio.

Ni.Ber.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore