/ Choconews

Che tempo fa

Cerca nel web

Choconews | giovedì 06 dicembre 2018, 09:34

Choconews: Sua Maestà il Panettone

Tra il 24 e il 25 novembre si è svolta a Milano la festa dei “Maestri del panettone”, nel corso della quale si sono confrontati 25 artigiani, giunti da ogni regione italiana, per proporre 100 variazioni del dolce natalizio, tutte buonissime e di alta qualità. Il panettone che ha riscosso più successo è stato - e non poteva essere diversamente – quello al cioccolato

Choconews: Sua Maestà il Panettone

Si avvicina il Natale, in un clima di incertezza generale che rischia di oscurare la festa della luce, l’annuncio che l’uomo non è solo su questa terra. Per gli uomini di buona volontà, Natale non è una festa pagana da bruciare tra i riti del consumo, ma un’occasione per ripensare alla propria vita e impegnarsi a costruire un’umanità migliore.

Non possiamo, però, rinunciare a creare nelle nostre case un’atmosfera calda, accogliente che faccia riscoprire la bontà di riti e tradizioni e ci spinga ad essere “più buoni”.

Non occorre molto, a volte basta una cioccolata calda dall’aroma intenso, che aiuta anche a temperare i rigori delle giornate invernali, qualche canzone di Natale nell’aria, il profumo dei dolci nel forno, una scatola di cioccolatini che accende sempre un sorriso. 

Non dimentichiamo il cioccolato equosolidale che è davvero “buono” e risponde al vero spirito del Natale, per i suoi valori di solidarietà sociale e tutela ambientale. Due parole sul dolce che non può mancare sulle nostre tavole: il panettone, sulle cui origini sono fiorite tantissime leggende.

A noi che lo gustiamo poco importa se a crearlo sia stato Messer Ulivo degli Atellani, il falconiere milanese innamorato di Algisa, la bellissima figlia di un fornaio o sia stato Toni, il piccolo sguattero al servizio di Ludovico il Moro, per venire in aiuto al cuoco che aveva carbonizzato nel forno il dolce preparato per il pranzo di Natale.

Tra il 24 e il 25 novembre si è svolta a Milano la festa dei “Maestri del panettone”, nel corso della quale si sono confrontati 25 artigiani, giunti da ogni regione italiana, per proporre 100 variazioni del dolce natalizio, tutte buonissime e di alta qualità.

Il panettone che ha riscosso più successo è stato - e non poteva essere diversamente – quello al cioccolato.

Tra i quindici finalisti un artigiano di Cracco. Il vincitore è stato un concorrente giovanissimo Bruno Andreoletti di Brescia. Al secondo posto il panettone di Valerio Vullo del Café Sauvage di Catania. Terzo classificato, Giacomo Besuschio, sesta generazione della storica pasticceria di Abbiategrasso, dove è “nato” il panettone milanese come lo conosciamo oggi.

Buon Natale e buona cioccolata a tutti!

Cristiana Lo Nigro

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore