/ Agricoltura

Che tempo fa

Cerca nel web

Agricoltura | martedì 11 dicembre 2018, 20:32

“Coldiretti Piemonte – Onu: stop a bollini verdi e rossi che ledono l’immagine del Made in Piemonte”

Scegliere una dieta equilibrata con prodotti tracciati e di qualità

“Coldiretti Piemonte – Onu: stop a bollini verdi e rossi che ledono l’immagine del Made in Piemonte”

La risoluzione dell’Onu con bollini allarmistici o tasse per dissuadere il consumo di certi alimenti rischia di affossare quasi l’85% in valore del Made in Italy a denominazione di origine (Dop) che l’Unione Europea e le stesse istituzioni internazionali dovrebbero invece tutelare. E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento della risoluzione preparata dai sette Paesi della “Foreign Policy and Global Health (Fpgh) che esorta gli Stati Membri ad adottare politiche fiscali e regolatorie che dissuadano dal consumo di cibi insalubri e che dovrebbe essere messa ai voti dall’Onu il prossimo 13 dicembre.

Il nuovo attacco punta a colpire gli alimenti che contengono zuccheri, grassi e sale chiedendo di predisporre apposite etichette nutrizionali e di riformulare le ricette, sulla base di un modello di alimentazione artificiale ispirato dalle multinazionali che mette di fatto in pericolo il futuro dei prodotti Made in Italy.

“Un controsenso perché vengono, infatti, promossi con il semaforo verde cibi spazzatura con edulcoranti al posto dello zucchero e bocciati invece elisir di lunga vita come l’olio extravergine di oliva considerato il simbolo della dieta mediterranea, ma anche salumi e formaggi, come ad esempio il Gorgonzola di cui il Piemonte ha prodotto nell’ultimo anno 40 mila tonnellate, circa il 50% della produzione nazionale – affermano Roberto Moncalvo presidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale – Viene messo a rischio un patrimonio che è alla base della dieta mediterranea, iscritta nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’Unesco il 16 novembre 2010. Un corretto regime alimentare si fonda infatti sull’equilibrio nutrizionale tra i diversi cibi consumati e non va ricercato sullo specifico prodotto”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore