/ Attualità

Attualità | 11 dicembre 2018, 08:14

Nuovo logo e calendario a sfondo solidale: l'alberghiero di Mondovì si rilancia a un anno dalla frana (FOTO)

Presentate lunedì mattina le iniziative promosse dal "Giolitti". La preside, Donatella Garello: "Non ci fermeremo, vogliamo mantenere il livello d'eccellenza raggiunto dal nostro istituto in questi decenni"

Nuovo logo e calendario a sfondo solidale: l'alberghiero di Mondovì si rilancia a un anno dalla frana (FOTO)

Una "A", stilizzata, su cui si innesta una stella a quattro punte, emblema di elevata qualità in ambito gastronomico: ha una matrice decisamente moderna e graffiante il nuovo logo dell'istituto alberghiero di Mondovì, progettato e disegnato dal monregalese Massimiliano Manera e presentato ufficialmente nella mattinata di ieri, lunedì 10 dicembre, presso le "Cucine Colte" di via delle Scuole. 

I colori che lo caratterizzano sono il grigio e il blu, quest'ultimo scelto per la sua capacità di fidelizzare l'osservatore e per la sensazione di tranquillità che è in grado di trasmettere, e sono accompagnati dalle scritte "Alberghiero", interamente in stampatello maiuscolo, e "G. Giolitti Mondovì & G. Paire Barge". 

"Un segnale di cambiamento e di svolta - ha spiegato la preside, Donatella Garello -, ma non sarà l'unico: infatti, a breve, anche l'istituto tecnico agrario e per il commercio avranno il loro logo. Dunque, ce ne saranno in tutto tre, per far sì che ogni plesso conservi la sua identità".

CALENDARI - La conferenza stampa ha offerto anche lo spunto per presentare un altro progetto coronato con successo dall'istituto: la realizzazione del calendario artistico 2019, teso a sottolineare i corsi proposti dalla scuola. Si tratta, nello specifico, di un'opera venuta alla luce grazie al lavoro gratuito dei fotografi Elena Fenoglio ed Ettore Poggi"L'intera cifra ricavata dalla loro vendita - ha spiegato Donatella Garello - sarà convertito in borse di studio finalizzate ad aiutare allievi che vivono situazioni difficili. Saranno acquistabili presso le nostre sedi". I calendari constano di 4 foto e ognuna di esse racchiude 3 mesi. Ne sono state stampate 1000 copie: la speranza è che possano presto terminare. 

VIAGGIO IN PERÙ - L'attenzione si è poi focalizzata sul viaggio formativo in Perù di due settimane, recentemente sostenuto da 17 allievi delle classi quinte in compagnia di 3 docenti e della preside e reso possibile da finanziamenti di varia natura. "Il Perù è un autentico paradiso terrestre gastronomico per le materie prime, i profumi e i sapori - ha raccontato Garello -. I nostri ragazzi hanno lavorato in ristoranti di eccellenza, soprattutto a Lima, dove hanno avuto modo di confrontarsi con uno dei primi 10 chef del mondo: Virgilio Martínez, del ristorante 'Central'. Non solo: abbiamo prestato la nostra opera anche nella settimana della cucina italiana nel mondo, dove abbiamo conosciuto Giancarlo Curcio, il nuovo ambasciatore italiano in Perù, che ci ha voluto per un evento nella sua residenza, aperto solo a personale diplomatico e docenti. Infine, nell'ultimo week-end abbiamo visitato Cuzco e Machu Picchu, dove affonda le radici la storia del mondo. Abbiamo preso contatti con una fondazione cinese-peruviana e stiamo lavorando a una convenzione proprio con la Cina: è importantissimo che le fronde del nostro albero si allarghino nel mondo e combattano i pregiudizi di sorta"

"NON CI FERMIAMO" - La professoressa Garello ha poi voluto ringraziare "i docenti e l'intero personale scolastico, poiché nelle circostanze di vita ordinaria e straordinaria hanno mostrato ciò di cui sono capaci. Lo fanno non per premi in denaro, ma perché amano il loro lavoro e i loro allievi. Questo mio 'grazie' non è una formalità, ma una sottolineatura della risorsa che essi costituiscono per tutta la comunità scolastica. La fatica fatta quest'anno è stata enorme: abbiamo bisogno di un'unica sede tutta per noi, dove la teoria si intrecci con i laboratori. Non vogliamo fermarci di fronte agli ostacoli, ma vogliamo porre sempre più attenzione sulla nostra scuola. Siamo orgogliosi di essere a Mondovì e faremo sì che il livello d'eccellenza raggiunto dal nostro istituto in questi decenni non venga meno".

AUTORITÀ- All'incontro erano presenti numerose figure istituzionali, fra cui il sindaco di Mondovì, Paolo Adriano, l'assessore Luca Robaldo, i rappresentanti monregalesi della Fondazione CRC (il vicepresidente, Ezio Raviola, e i consiglieri Giuliana TurcoElda Lombardi ed Elvio Chiecchio), i dirigenti scolastici del territorio, il vescovo, monsignor Egidio Miragoli, e Maria Teresa Furci, dirigente dell'Ambito Territoriale di Cuneo, di fatto l'ex provveditorato degli studi.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium