/ Cronaca

Cronaca | 11 dicembre 2018, 10:13

Oggi l'ultimo saluto a Giorgio Torassa, per anni gestore del rifugio Becchi Rossi ad Argentera

Il ricordo di Arnaldo Giavelli, ex sindaco di Argentera e suo grande amico: "Ha lasciato un'impronta indelebile in chi lo ha conosciuto"

Giorgio Torassa

Giorgio Torassa

Saranno celebrati oggi alle 14.30 nella parrocchia di Santa Maria Occa-Envie i funerali di Giorgio Torassa, mancato domenica 9 dicembre all'età di 65 anni, dopo una lunga battaglia con la malattia.

Uomo di grande energia e di grande umanità, Torassa aveva aperto, nel 1998, il rifugio Becchi Rossi Ferriere ad Argentera, credendo, già in quegli anni, nella bellezza della montagna e nel suo potenziale turistico. 

Ultimamente, dopo 20 anni di gestione, aveva dovuto abbandonare l'attività, per quella malattia che non gli ha dato scampo, affrontata con forza e dignità.

Arnaldo Giavelli, ex sindaco di Argentera e suo grande amico, lo ricorda come un uomo sempre disponibile e pronto a dare una mano a chiunque ne avesse bisogno. "Nonostante abbia avuto una vita costellata di grandi dolori - nel 2002 perse la moglie e il figlio Enrico in un drammatico incidente stradale a Centallo - Giorgio viveva di ottimismo. Abbiamo condiviso tanti momenti, belli e meno belli. Ha lasciato un'impronta indelebile in me e in chiunque abbia avuto la fortuna di conoscerlo".

Giorgio lascia la moglie Patrizia, il figlio Gianluca con Stefania, Andrea con Ramona e i piccoli Giacomo e Viola, oltre a parenti e amici.

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium