/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 11 dicembre 2018, 15:05

Meno compiti delle vacanze? La parola ad alcune mamme di Bra e non solo

“Per la diminuzione dei compiti durante le vacanze, compiti che gravano sugli impegni delle famiglie e, quindi vorrei dare un segnale. Penso a questi giorni di festività e ai ragazzi e alle famiglie che vogliono trascorrerle insieme”. La circolare del Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti non mette proprio tutti d'accordo

Meno compiti delle vacanze? La parola ad alcune mamme di Bra e non solo

Vorrei sensibilizzare il corpo docente e le scuole ad un momento di riposo degli studenti e delle famiglie, affinché vengano diminuiti i compiti durante le vacanze natalizie”, parola del Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti. Buone notizie per studenti in vista delle prossime vacanze di Natale.

In arrivo anche una circolare a tutte le scuole “Per la diminuzione dei compiti durante le vacanze, compiti che gravano sugli impegni delle famiglie e, quindi vorrei dare un segnale. Penso a questi giorni di festività e ai ragazzi e alle famiglie che vogliono trascorrerle insieme”. Le dichiarazioni del ministro Bussetti sembrano mettere tutti d’accordo.

Giusto! Io ne ho dati sempre pochissimi. Sono un supplizio per gli studenti e per i genitori. C’è tempo per studiare seriamente durante l’anno scolastico. In tanti anni di scuola ho sempre seguito questa linea e mi sono sempre trovata didatticamente bene” è il commento di Nadia Gulino, docente di lettere in diversi istituti superiori braidesi, ora in congedo. Alcuni genitori sono entusiasti.

Mauro Cortassa, papà di Isabella, 14 anni, che frequenta l’Istituto Professionale Velso Mucci, indirizzo grafico: “Meno compiti delle vacanze sono sicuramente una buona idea. Per i giovani che hanno una vocazione artistica le opportunità da cui trarre ispirazione, comunque, non devono mai mancare. Bisogna essere sempre alla ricerca di qualcosa”.

Qualcuno è parzialmente d’accordo. È il caso di Alessandra Camerota, mamma di Leonardo, 10 anni, che frequenta la 5ª C della Scuola Primaria Edoardo Mosca: “Nelle elementari uno stop lungo senza compiti può essere deleterio. Le maestre dei miei tre figli hanno sempre assegnato compiti giusti, mai eccessivi e sottolineato l’importanza delle esperienze fatte in giro: musei, luoghi da visitare. Purtroppo, non tutti i genitori hanno interesse o possibilità di offrire questo tipo di esperienze ai propri figli. Noi abbiamo sempre avuto maestre di buon senso che hanno dosato il carico di lavoro per permettere attività extrascolastiche, addirittura non obbligando a fare i compiti, ma consigliando”.

Altri gongolano, come Deborah Martino, mamma di Jacopo, 11 anni giovane promessa del Judo che frequenta la 1ª media presso la Scuola Media Dalla Chiesa: “Non male come proposta, anche perché alle medie ne hanno veramente tanti! Jacopo è molto felice all’idea e l’ha accolta con una bella esclamazione. Io non sono per abolire i compiti, perché penso servano per far comprendere gli argomenti trattati in classe, ma durante le vacanze, soprattutto quelle natalizie, sono d’accordo con il Ministro”. Maestre e professori sono avvisati. 

Silvia Gullino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium