/ Cronaca

Cronaca | 12 dicembre 2018, 15:51

Fornì droga leggera ad un richiedente asilo che l’aveva rivenduta a minorenni: spacciatore condannato a nove mesi di reclusione

L'uomo, originario del Gambia e domiciliato a Magliano Alpi, era stato arrestato in flagranza di reato a Mondovì

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Il 12 novembre 2015 era stato arrestato in flagranza di reato mentre cedeva una dose di cannabis ad ad un sedicenne a Mondovì.

M.M., originario del Gambia e domiciliato a Magliano Alpi, era a processo per aver fornito la droga leggera ad un connazionale che a sua volta aveva spacciato ad altri minorenni. Oggi il tribunale di Cuneo lo ha condannato a 9 mesi e 15 giorni di reclusione con la sospensione condizionale.

Nella sua requisitoria il pm Attilio Offman ha spiegato che gli agenti della Squadra Mobile erano arrivati a M.M. grazie alle intercettazioni delle telefonate con il piccolo spacciatore, un richiedente asilo ospitato in una struttura.

Nelle conversazioni, M. diceva che voleva i soldi della canapa che aveva fornito all’altro, non credendo alla storia che se ne fosse disfatto gettandola nel water durante la perquisizione da parte della polizia della camera nella quale dormiva: “Tu stai continuando a venderla, ho le foto che lo dimostrano”.

Secondo il pm, che aveva chiesto la condanna a 3 anni di reclusione e 10 mila euro di multa, l’imputato avrebbe commesso reati di estrema gravità per aver utilizzato “persone che avevano chiesto protezione allo Stato italiano ed erano stati accolti in una struttura a spese dei contribuenti. Difficile pensare che in futuro si asterrà dal continuare da una simile attività”.

Il difensore aveva chiesto l’applicazione del minimo della pena: “Lui come le altre persone coinvolte hanno già pagato le conseguenze di quanto hanno fatto, perché sono stati cacciati dai centri di accoglienza. Si tratta inoltre della cessione di modeste quantità di infiorescenze di canapa indiana”.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium