/ Viabilità

Viabilità | 14 dicembre 2018, 13:04

Vertice in Prefettura sul Tenda bis, in attesa della firma per ripartire con i lavori

E' stato convocato per il 18 dicembre alle 11, lo stesso giorno della possibile firma - manca però l'ufficialità della data - tra Anas ed Edilmaco, che subentrerà a GLF. Invitati in Prefettura parlamentari, Anas, Regione, Provincia, sindaci di Cuneo, Limone, Roccavione e sindacati

Vertice in Prefettura sul Tenda bis, in attesa della firma per ripartire con i lavori

Sembrano davvero riprendere vigore, dopo le traversie dell'ultimo anno e mezzo, dal sequestro del cantiere alla rottura del contratto tra Anas e GLF allo stop ai lavori, le prospettive di ripartenza per il Tenda Bis.

Nei giorni scorsi avevamo anticipato l'imminenza della firma tra Anas e Edilmaco. Manca l'ufficialità, ma la data che rimbalza è quella del 18 dicembre a Roma. Gli stessi giorni in cui Anas è chiamata al rinnovo dei nuovi vertici societari, dopo le dimissioni dell'amministratore delegato e di tutto il consiglio di amministrazione avvenute il 7 novembre 2018.

E' proprio questa concomitanza a non rendere ancora certa la data anche se, assicurano dalla Regione Piemonte, entro la fine dell'anno la firma ci sarà.

Da Edilmaco, per ora, nessuna dichiarazione in merito.

Anche il territorio si sta mobilitando sulla questione. Germana Avena, sindaco di Roccavione, come referente per il "patto dei sindaci", ha chiesto e ottenuto, proprio per il 18 dicembre alle 11, un vertice in Prefettura, al quale sono stati invitati i parlamentari cuneesi, la Regione, Anas, la Provincia, i sindaci di Limone, Cuneo e Imperia, oltre ai sindacati e ai rappresentanti delle associazioni di autotrasportatori.

"Vogliamo avere la certezza che non saremo presi in giro - ci dice la Avena battagliera. Attendiamo la ripresa dei lavori perché la situazione, da Limone a Ventimiglia, è disastrosa e ormai insostenibile".

Anas, tra l'altro, ha di recente comunicato che i lavori delle gallerie Cima di Rovere e Noceire, ad Airole, non termineranno a fine 2018 ma, stando al nuovo cronoprogramma, ad inizio marzo 2019, sia per i ritardi dovuti alle condizioni meteo sia per le difficoltà legate al trasporto dei materiali in cantiere, dovute in particolare al crollo del ponte Morandi a Genova.

Per il Tenda bis si punta ad una ripresa dei lavori forse già a gennaio, il tempo necessario per prendere possesso del cantiere con uomini e macchinari da parte dell'azienda che subentrerà - è davvero questione di giorni - nell'appalto.

 

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium