/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 16 dicembre 2018, 17:03

Alberto Angela a Cuneo per raccontare il vero volto di Cleopatra

Al Toselli per presentare il suo ultimo libro sulla grande regina, ha raccontato per un'ora e mezza chi fosse realmente Cleopatra, fermandosi poi per il firmacopie

Alberto Angela a Cuneo per raccontare il vero volto di Cleopatra

Ultimo ospite di Scrittorincittà, edizione 2018, per oltre un'ora Alberto Angela, stamattina al teatro Toselli di Cuneo, ha raccontato chi fosse realmente la regina Cleopatra. Una delle figure storiche più mistificate e travisate, ma anche più affascinanti e contraddittorie.

L'evento, che è andato esaurito in pochissimi minuti il giorno dell'apertura delle vendite dei biglietti, lo scorso 10 dicembre, è stato trasmesso anche in videoconferenza al cinema Monviso e al CDT.

Piacevolmente colpito dalla bellezza del Toselli, ha esordito dicendo: "Mi sembra di essere un’ostrica, sento il ritorno della mia voce". E poi via al racconto di Cleopatra, tra aneddoti e rivelazioni. "L'attrice Vivien Liegh è stata quella che le ha dato il volto più vicino al vero. Non era sensuale, era determinata, forte e intelligente. Aveva un grande naso e una voce dolcissima. Forse Maria Callas è il volto che possiamo assimilare maggiormente al suo".

Un lungo excursus sulla storia di questa donna, che si è incrociata con quella di Roma, di Cesare, di Antonio e di Ottaviano. Spregiudicata a volte, ma capace di vedere prima degli altri gli sviluppi degli eventi, imparando a gestirli a proprio favore.

Una grande donna e una grande statista, in un mondo di maschi.

Incantato il pubblico del Toselli, che ha attraversato con Angela alcune delle più affascinanti pagine di storia antica, rese attuali dalla sua grande capacità narrativa. Per concludere che, alla fine, le leve del mondo e del potere sono, e probabilmente resteranno, sempre le stesse.

"Qualcuno ha detto se Cleopatra avesse avuto un naso più piccolo la Storia sarebbe stata diversa", ha detto Angela divertendo i presenti. E anche il nome del mese di agosto, in fondo, lo dobbiamo a lei.

Bsimonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium