/ Agricoltura

Agricoltura | 31 dicembre 2018, 08:45

Da Agea alcuni chiarimenti su agricoltore attivo e pagamento giovani

Lo Studio AGRIEURO illustra i recenti chiarimenti forniti da Agea in merito a due fondamentali questioni che interessano PAC e PSR: quella dell’agricoltore attivo e quella del regime di pagamento giovani

Da Agea alcuni chiarimenti su agricoltore attivo e pagamento giovani

Agea ha, recentemente, pubblicato due importanti provvedimenti, relativi a questioni di primaria importanza in ambito PAC e PSR.

Il primo di essi è  la Circolare Prot. n. 0099157 del 20/12/2018, la quale illustra quali debbano essere le caratteristiche dell’azienda agricola affinchè possa essere definita “agricoltore in attività”. L’essere in possesso del requisito di agricoltore attivo come definito da Agea è di fondamentale importanza, in quanto rappresenta un prerequisito indispensabile per poter accedere ai contributi PAC e per determinate misure del PSR.
Con questa Circolare viene fatta una disamina delle casistiche in cui si può trovare l’azienda per dimostrare di essere “agricoltore in attività” e vengono chiarite alcune questioni spinose, prima fra tutte quella delle aziende in esonero dalle scritture contabili (aventi fatturato inferiore a 7.000,00 euro e che si avvalgono della possibilità di non tenere la contabilità, rispettando tutti i requisiti previsti) che, dal 2018, possono non trasmettere la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (“spesometro”).

Il secondo provvedimento riguarda la definizione di giovane agricoltore ai fini dell’accesso al relativo contributo nell’ambito della PAC.

A riguardo, si ricorda come, ai fini PAC, le aziende rispettose di determinati requisiti possono ottenere un contributo aggiuntivo a titolo di pagamento per i giovani agricoltori. La Circolare Agea Prot. n. 0099290 del 20/12/2018 chiarisce importanti aspetti in merito. Essa illustra quali debbano essere i requisiti in capo all’azienda affinchè possa accedere alla maggiorazione PAC riservata ai giovani agricoltori e, in particolare, si sofferma molto sull’analizzare i casi in cui il giovane è un soggetto socio di società, il quale può attribuire a quest’ultima la qualifica di giovane, in determinate circostanze.

Si tratta di due Circolari Agea molto importanti, che, da un lato, chiariscono aspetti a valere sulla campagna 2018 e, dall’altro, possono essere d’aiuto nell’impostare la pianificazione strategico-organizzativa delle aziende per il 2019.

Studio Agro-tecnico AGRIEURO
di Pasero Agr. Angelo
www.studioagrieuro.it

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium