/ Attualità

Attualità | 02 gennaio 2019, 12:45

Magliano Alpi, fedeli scrivono al vescovo: "Il parroco ha negato l'esistenza di Babbo Natale di fronte ai bambini"

L'episodio si sarebbe verificato in occasione della Santa Messa del 24 dicembre. Don Sebastiano Russo non commenta, ma conferma le parole del sindaco, Marco Bailo: "C'era solo la volontà di porre la figura di Gesù al centro del Natale"

Magliano Alpi, fedeli scrivono al vescovo: "Il parroco ha negato l'esistenza di Babbo Natale di fronte ai bambini"

"Don Sebastiano Russo è il nostro parroco dal 1994. Su di lui non ci sono mai stati pettegolezzi, né si è reso protagonista di fatti scandalosi. Adesso lo si mette alla gogna per aver semplicemente cercato di svolgere al meglio il suo lavoro: porre la figura di Gesù al centro del Natale".

Con queste parole il sindaco di Magliano Alpi, Marco Bailo, ha voluto esternare la propria solidarietà nei confronti del sacerdote del paese, accusato da alcuni fedeli di aver negato l'esistenza di Babbo Natale in occasione della Santa Messa del 24 dicembre, alla quale hanno presenziato circa 40 bambini.

"In realtà - ha spiegato il primo cittadino -, don Russo ha sottolineato che il vero significato del Natale non è accostabile a quello consumistico dei doni da scartare, ma alla venuta sulla Terra di Gesù, resosi uomo per portare salvezza e luce. Un concetto, fra l'altro, che il nostro parroco aveva espresso chiaramente anche sabato 8 dicembre, durante l'inaugurazione dell'albero di Natale in piazza: lì, aveva portato con sé un Gesù bambino ligneo proveniente dalla Terra Santa, ricordando al tempo stesso che l'albero con le luci è un'usanza acquisita dalla tradizione celtica, che nulla ha a che vedere con il Cristianesimo".

Don Sebastiano Russo, 78enne originario di Cattolica Eraclea (Agrigento), non ha voluto commentare ulteriormente la vicenda, ma ha confermato in pieno la versione dei fatti riferita dal sindaco, la stessa con cui, però, non concordano diversi fedeli, che hanno indirizzato una missiva al vescovo di Mondovì, monsignor Egidio Miragoli, al fine di denunciare l'accaduto.

"Mi sembra tutto così surreale - ha chiosato il sindaco Bailo -. La lettera al vescovo personalmente l'avrei scritta se il parroco avesse affermato che Babbo Natale esiste, mettendo al centro del Natale i regali e non Gesù".

Don Sebastiano Russo, intanto, dopo 55 anni di sacerdozio ha rassegnato le proprie dimissioni: una decisione personale, comunque non legata a questa polemica, dal momento che è stata assunta l'8 dicembre.

Prossimamente il sacerdote sarà affiancato da un amministratore parrocchiale temporaneo, ma dovrebbe continuare a celebrare messa sino al mese di maggio.

Alessandro Nidi

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium