/ Attualità

Attualità | 09 gennaio 2019, 10:50

Collegare l’ospedale di Verduno alla viabilità locale: sindaci, Asl e forze dell'ordine a Cuneo per un vertice con la Provincia

Al via in questi minuti nel capoluogo un incontro per fare il punto della difficile situazione del traffico mentre si avvicina la fase più critica del cantiere ai piedi del futuro plesso ospedaliero

La Salita del Bergoglio, parzialmente riaperta nei giorni precedenti il Natale

La Salita del Bergoglio, parzialmente riaperta nei giorni precedenti il Natale

Ci sono i lavori prossimi a partire per collegare finalmente il futuro ospedale unico di Verduno alla Strada Provinciale 7 e a tutta la rete della viabilità locale al centro dell’incontro che sta prendendo il via in questi minuti nella sede della Provincia a Cuneo.

Protagonisti del confronto i primi cittadini di Alba, Bra, Cherasco, Verduno e di diversi altri centri di Langhe e Roero, insieme ai responsabili dell’Asl Cn2, della società di committenza regionale Scr Piemonte, dell’Anas, della società Asti-Cuneo Spa, delle forze dell’ordine, delle organizzazioni sindacali degli autostrasportatori, della Prefettura e della Questura.
Tutti convocati nel capoluogo per un momento di confronto utile, nelle intenzioni dei tecnici provinciali, a coordinare la fase più complessa dei lavori che da mesi insistono in quella delicata zona di transito tra l’Albese e le aree delle altre "sorelle" della Granda.

Come detto, il cantiere ai piedi di Verduno si avvicina al suo momento più delicato. Terminati il collegamento del nosocomio alla rete del gas, insieme allo sbancamento e all’allargamento di via Tanaro, ora bisogna mettere mano alla sede stradale della Provinciale 7 realizzandovi la rotatoria che dovrà collegare la stessa con la via di accesso al futuro plesso ospedaliero.

Un manufatto, lo ricordiamo, che, per mitigare la grave pendenza della salita che ci porterà all’ospedale "Michele e Pietro Ferrero", verrà realizzato adottando un piano rialzato di circa 2.5 metri rispetto all’attuale sede stradale. Proprio questo dato rappresenta una delle complicazioni che più hanno impegnato i tecnici al lavoro nella progettazione dell’opera, la cui realizzazione dovrà ora tenere nel debito conto la necessità di mettere conseguentemente mano – rialzandola a loro volta – alla fitta rete di sottoservizi e conduttore presenti in quel tratto.


L’altra difficoltà riguarda ovviamente il bisogno di poter concretamente operare su una strada che rappresenta una delle più trafficate della provincia. Difficile in questo senso che sia sufficiente istruire il senso unico alternato regolato da semaforo disposto nelle scorse settimane per l’allacciamento al gas. Decisamente più probabile, invece, che vi vengano disposte misure temporanee di particolare impatto, come ad esempio una possibile chiusura al transito dei mezzi pesanti, invitati a percorrere come alternativa la tratta Alba-Bra della Statale 231.

L’incontro, al via alle ore 10.30 nella sede provinciale, servirà a definire anche questi dettagli, oltre ad aggiornare la situazione su un altro vicino punto critico della viabilità locale, la Salita del Bergoglio.

Qui nei giorni precedenti il Natale è stato possibile riaprire la circolazione nei due sensi di marcia, ma il divieto di transito in direzione Roreto è rimasto in vigore per i mezzi pesanti, con conseguenti lamentele da parte degli autotrasportatori.

Difficile capire al momento con quali tempistiche questo secondo cantiere potrà essere chiuso. Ma al di là di tali disagi temporanei, è soprattutto arduo immaginare come anche questo necessario intervento possa incidere positivamente sull'annosa congestione da traffico registrata da questa trafficata direttrice.

Un altro argomento, insieme alla prossima apertura dell’ospedale unico Alba-Bra, che dovrebbe convincere tutti sull’impossibilità di procrastinare oltre un definitivo completamento del collegamento autostradale Asti-Cuneo che possa essere il più rapido possibile. Al di là e prima ancora di qualsivoglia contesa politica sulle modalità dello stesso.

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium