/ Attualità

Attualità | 09 gennaio 2019, 12:30

“Pesante incidenza sul traffico veicolare di via San Martino”: cambia il “percorso” della rete di teleriscaldamento a Barge

Le tubature passeranno all’interno dell’area della protezione civile, sbucando poi su piazza Stazione. Situazione analoga in piazzale Giacoletti, dove non si andrà a “toccare” la pavimentazione drenante, troppo costosa da riposizionare

Via San Martino, a Barge

Via San Martino, a Barge

Cambiano “tracciato” le operazioni di posa delle tubature del teleriscaldamento a Barge.

I lavori hanno interessato, per giorni, via San Martino (una porzione di strada provinciale numero 29). Onde permettere agli operai di poter lavorare in sicurezza è stato posizionato, in corrispondenza del cantiere, un impianto semaforico che ha avuto una “pesante incidenza sul traffico veicolare”, com’è stato spiegato durante il Consiglio comunale del paese.

Per ridurre quindi i disagi alla circolazione, la Bargenergia, società con sede a Savigliano che sta portando avanti la realizzazione di un impianto “per produzione in cogenerazione di energia elettrica e termica”, ha chiesto una modifica al percorso da far compiere alla rete di tubature.

Per non interessare più una delle principali arterie viarie del paese, i tubi – considerato anche la massiccia presenza di sottoservizi in via San Martino - passeranno non più su Viale Torino, ma all’interno dell’area della protezione civile, sbucando poi su piazza Stazione.

Il Comune, come spiegato dal responsabile dell’Ufficio tecnico Cristiano Savoretto, ha chiesto alla società di non compromettere, con i lavori, l’operatività del sito di atterraggio per l’elisoccorso “nemmeno per un minuto” (l’area di atterraggio si trova proprio all’interno del cortile della sede di Protezione civile).

Situazione analoga anche per il piazzale Giacoletti. In questo caso, si è deciso di cambiare il percorso dei tubi per non andare a incidere sulla pavimentazione dell’area, in materiale drenante, decisamente costoso da riposizionare.

Al tempo stesso è stato ricordato in Consiglio comunale che la nuova rete di teleriscaldamento “andrà a servire anche il cinema comunale, sostituendo la caldaia ormai vetusta”. A tal proposito si sta vagliando un progetto per un nuovo impianto di distribuzione del calore all’interno della struttura.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium