/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 09 gennaio 2019, 16:15

Bagnolo Piemonte apre le porte del Comune agli Amministratori “junior”: al via il progetto del Consiglio comunale dei ragazzi

L’assemblea sarà composta da un sindaco dei ragazzi, dodici consiglieri e quattro uditori, tutti eletti con regolare votazione tra gli alunni che si candideranno (sono ammessi quattro candidati per ogni classe)

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Anche Bagnolo Piemonte avrà il suo Consiglio comunale “junior”.

L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Fabio Bruno Franco vuole avviare questo percorso, “aprendo le porte del Comune ai ragazzi che andranno alla scoperta del funzionamento della macchina amministrativa comunale e delle persone che lavorano quotidianamente negli uffici”.

Il progetto è seguito in prima persona dai consiglieri comunali Chiara Fornero ed Elisa Maurino, con il supporto dell'assessore Laura Arena: “Abbiamo deciso di dedicarvi risorse ed energie – spiegano - per cercare di stimolare maggiormente i ragazzi, e di conseguenza le famiglie, verso attività di educazione e cittadinanza attiva”.

Bagnolo vuole proporre un percorso formativo della durata di due anni, che vede protagoniste ragazze e ragazzi delle classi quarta e quinta della scuola primaria, sia del capoluogo che di Villaretto, insieme alle prime e seconde della scuola secondaria di primo grado.

Le attività si svolgeranno sotto la supervisione di un coordinatore comunale e di alcuni insegnanti referenti, “come facilitatori di un processo di crescita e di esercizio della democrazia” spiegano dal Comune.

Con l’appoggio dei docenti, degli educatori e delle famiglie, i ragazzi potranno esprimere le loro opinioni su iniziative e spazi urbani, presentando progetti mirati, così da essere direttamente coinvolti in decisioni che spesso vengono prese dagli adulti, pur avendo i ragazzi come destinatari.

Molteplici gli obiettivi del progetto: avvicinare i ragazzi alle istituzioni (e viceversa) al fine di facilitare la reciproca conoscenza; favorire la partecipazione attiva dei ragazzi alla vita del paese e della comunità così che si adatti alle esigenze dei giovani cittadini; riacquistare valori essenziali quali il gusto della cittadinanza ed il senso di appartenenza al proprio territorio; formare una coscienza civica critica e costruttiva.

L’assemblea degli Amministratori “junior” sarà composta da un sindaco dei ragazzi, dodici consiglieri e quattro uditori, “tutti eletti con regolare votazione tra gli alunni che si candideranno (sono ammessi quattro candidati per ogni classe)”.

Sarà garantita, all'interno del Consiglio comunale dei ragazzi, la rappresentatività di ogni plesso scolastico.

Il compito dell’organo sarà quello di realizzare iniziative per e con tutti i ragazzi del paese.

Il primo anno scolastico, quindi quello corrente, sarà dedicato alla creazione del CCR. – aggiungono le promotrici dell’iniziativa - Il prossimo anno scolastico 2019-2020 interesserà l’attività vera e propria del Consiglio comunale, organizzata in circa sei sedute nell'arco dell'anno scolastico, da tenersi in orario pomeridiano extrascolastico presso la sala consiliare del Comune di Bagnolo e guidate dal coordinatore del progetto.

Almeno una delle sedute verrà svolta in concomitanza con il Consiglio comunale ‘ufficiale’, alla presenza del Sindaco di Bagnolo”.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium