/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 11 gennaio 2019, 12:15

Saluzzo, si è dimesso lo storico presidente e capocomico del Teatro del Marchesato

Saluzzo, si è dimesso lo storico presidente e capocomico del Teatro del Marchesato Il professor Valter Scarafia, ha lasciato la presidenza per motivi di salute. A breve le elezioni per la nuova nomina. Il ringraziamento del Teatro del Marchesato per il suo impegno e le motivazioni del presidente che lo hanno indotto a lasciare l’incarico. È stato uno dei fondatori del Tdm di Saluzzo ed ha ideato il corsi di formazione teatrale alla XXVI edizione

Valter Scarafia

Valter Scarafia

Per motivi di salute si è dimesso lo storico presidente del Teatro del Marchesato, Valter Scarafia. Lo  rende noto un comunicato stampa dell’associazione  saluzzese, facendo seguito all’annuncio delle dimissioni date nel corso dell’assemblea generale di lunedì 7 gennaio. Il professor Scarafia  è stato uno dei fondatori con Nuccio Cantamutto del Teatro del Marchesato oltre quarant’anni fa e da più di trent’anni è il capocomico del piccolo stabile saluzzese per le quali ha firmato un gran numeroso di regie e testi  teatrali, immancabile in ogni situazione ed ogni evento proposto dal teatro.

Le 4 compagnie di piazza Vineis 11, i direttori delle stesse e i soci, oltre un centinaio, lo ringraziano pubblicamente per l’operato pluridecennale.

“Il prof. Scarafia è stato per moltissimi anni l’interlocutore per le istituzioni saluzzesi, il regista di numerosi spettacoli del Teatro del Marchesato e il promotore di iniziative per portare il teatro fuori dal teatro e farlo conoscere al pubblico, soprattutto i più giovani.

Le Compagnie del Teatro con i loro direttori e tutti i soci, vogliono pubblicamente ringraziare Valter Scarafia per il grande impegno e il grande lavoro di questi anni. Ringraziarlo per la sua disponibilità e la sua professionalità. A volte non tutti condividevamo le sue scelte, ma sempre abbiamo sentito che i punti di vista di Valter erano per il bene del Teatro, punto fermo della sua vita e sua grande passione. Grazie per il cammino fatto insieme, grazie per la tua passione e con l’augurio di averti ancora in Teatro per continuare a portare il tuo prezioso contributo". 

Delle motivazioni che lo hanno spinto a lasciare l’incarico, Scarafia scrive: “Ad oggi la mia direzione su un complesso così difficile, come l'organizzazione culturale T.D.M.,  è impossibile da svolgere con serenità e impegno. La mia salute al momento non mi permette di avere la costante presenza che il ruolo richiede. Tuttavia rimarrò in carica fino alle prossime elezioni della nomina del nuovo direttore che si terranno a  breve".

Scarafia, come ricorda lui stesso è stato l'ideatore della scuola di teatro a Saluzzo, oggi una istituzione extracittadina, che quest'anno ha battezzato il ventisettesimo anno di corso continuativo.

La sua esperienza professionale e accademica  ha guidato un'intera generazione di giovani attori del Saluzzese.

"La passione è sempre stato il motore che ha fatto della mia vita un continuo laboratorio, una continua formazione con cui ho diviso,  con gli allievi dei vari corsi , progetti e piccoli successi, i quali diventavano grandi ai miei occhi attraverso la felicità della riuscita di uno spettacolo e la gioia di aver creato emozioni.

Lascio la direzione a malincuore, ma il senso di responsabilità e dovere verso un'arte sublime come quella del teatro,  non può attendere i miei giorni migliori, ogni giorno è un giorno migliore se lo vivi  con la felicità della forza di portarlo a termine, e questo al momento non mi è possibile

Ringrazio tutti coloro che mi hanno supportato, aiutato, a volte sopportato, anche tra le varie vicissitudini che ci vedeva divisi tra consensi e dissensi  ma,  come diceva il grande Pirandello:" Ogni artista è fratello e nemico di un altro artista " , e questo mi è bastato per andare avanti sempre alla ricerca di nuovi orizzonti , in compagnia di coloro che avevano quel sentimento che ci accomuna sul palcoscenico.

Cercherò di essere d'aiuto per quel che posso nel futuro di questo Circolo , un circolo che ho amato come un figlio".

vilma brignone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore